Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Talloni screpolati: cause e rimedi

I talloni screpolati corrispondono ad una patologia molto comune che va a colpire i piedi. Il tallone è una di quelle parti del nostro corpo che con maggiore facilità deve fare i conti con continui sfregamenti. Di conseguenza, ci sono maggiori probabilità che si possano formare dei tagli o delle problematiche del genere. Spesso, il motivo è da ricondurre alla presenza della pelle particolarmente secca e decisamente callosa in questa parte del corpo. I talloni screpolati, quando non vengono trattati in maniera efficace, possono portare a numerosi fastidi, come bruciori e tagli che provocano perdita di sangue e possibili infezioni.

Quali sono i sintomi dei talloni screpolati

I sintomi più diffusi relativi ai talloni screpolati si possono facilmente riconoscere ad occhio nudo, visto che quello più evidente è la secchezza che va a colpire i talloni, ma anche la presenza di tagli, così come la formazione di diverse screpolature, nonché una colorazione che spesso diventa grigiastra. Ci sono anche altri disturbi che possono insorgere per colpa dei talloni screpolati. Stiamo facendo riferimento essenzialmente a bruciore, perdita di sangue, ma anche delle possibili infezioni e degli stati di natura infiammatoria. Ovviamente, i sintomi delle screpolature nei talloni sono strettamente collegati a quanto siano profondi i danni. Con una leggera screpolatura, il danno è decisamente a livello superficiale e si tratta esclusivamente di una mera questione estetica. In questi casi, si dovranno usare delle creme idratanti e nutrienti per fare in modo che il piede ritorni al suo stato normale. Quando si prova dolore anche solo ad appoggiare il piede per terra, ecco che le crepe presenti sui talloni possono portare facilmente virus, funghi e batteri a penetrare nell’organismo, facendo leva sulle basse difese immunitarie di questa zona.

Quali sono le possibili cause

I talloni screpolati possono essere provocati da numerose patologie e anche da cause naturali. Ad esempio la psoriasi può portare a secchezza dei talloni e relative screpolature, così come il diabete, ma anche tutta quella serie di disturbi che può insorgere a livello ormonale. Tra le altre cause dei talloni screpolati troviamo il piede piatto, la menopausa, l’obesità, la gravidanza, una sudorazione troppo elevata e le callosità. Nel caso in cui il piede sfreghi in maniera eccessiva, oppure quando si ha la tendenza a camminare per lunghi periodi senza calzini o ciabatte è molto più semplice incorrere in questo tipo di problematiche. Magari durante l’inverno il mancato impiego di apposite creme che rende la pelle dei talloni meno soggetta a screpolatura è proprio la causa che porta a bruciori, secchezza ed altri sintomi di questa parte del corpo. Inoltre, anche usare dei detergenti eccessivamente aggressivi, così come indossare delle scarpe molto strette per lungo tempo, ma anche dei tacchi molto alti o delle scarpe aperte. Nel corso della stagione estiva, il problema dei talloni screpolati può anche peggiorare per colpa dell’eccessiva sudorazione, così come quando la pelle viene spesso a contatto con i raggi del sole o con la sabbia.

Quali sono i principali rimedi

Prestare la massima attenzione ai propri piedi significa utilizzare creme e altri prodotti per prevenire qualsiasi tipo di disturbo. Nel caso in cui ormai le screpolature siano già presenti, allora il consiglio migliore da seguire è quello di intervenire il prima possibile, in modo tale da evitare che la situazione possa farsi ancora più grave. Per questa ragione, si possono impiegare dei rimedi naturali che hanno una notevole efficacia per trattare i talloni screpolati. Ad esempio, si possono lavare i piedi utilizzando dell’acqua e dei detergenti che non abbiano un alto grado di aggressività e, di conseguenza, che non possa andare a modificare il pH della pelle. Per curare le screpolature si possono impiegare anche delle creme con una funzione idratante. In alternativa, anche i pediluvi permettono di raggiungere ottimi risultati, ma è fondamentale prestare la massima attenzione per asciugare i piedi alla perfezione.

Per rimuovere la pelle morte in seguito a questi trattamenti, la soluzione più diffusa è quella che prevede l’impiego della pietra pomice. Vengono spesso utilizzate anche delle creme con una funzione antiossidante, in maniera tale da ridare nutrizione e ammorbidire il tallone. Quando le screpolature sono asciutte, invece, si possono provare anche dei rimedi casalinghi, con sostanze come l’urea, magari mischiate con degli oli essenziali per riuscire a rimuovere le cellule morte. Nel caso in cui si fossero verificate delle perdite di sangue, oppure delle infezioni o delle reazioni infiammatorie, è bene fare una visita con un podologo. In questo modo, si può avere un’idea migliore circa il trattamento più adeguato per lo specifico problema occorso ai propri talloni.