Total Crunch, tutta la verità: funziona davvero?

Il Total Crunch è un diffuso attrezzo da ginnastica che può contribuire a tonificare i muscoli in modo semplice ed efficace.

Un sostegno ideale per tutte quelle persone che non hanno molto tempo da dedicare alla propria forma fisica, e che – stando a casa – vogliono comunque ritagliarsi qualche minuto di tempo per poter curare i propri muscoli?

Un utile aiuto per il benessere fisico

La risposta di sintesi alla domanda che abbiamo posto al termine del paragrafo introduttivo è: si!

Tuttavia, è bene non attendersi miracoli. Il Total Crunch è uno strumento utile e pratico da usare, ma senza una costanza di uso difficilmente sarà possibile ottenere quei benefici che vengono così spesso pubblicizzati.

Per incrementare la propria massa muscolare, o più semplicemente per potersi mantenere in tonicità, è dunque fondamentale acquistare un buon Total Crunch come la lista proposta da Soluzione.online e, naturalmente, applicarsi con frequenza nel fare esercizio fisico.

I benefici

Chiarito quanto sopra, riepiloghiamo come il Total Crunch sia un attrezzo per la ginnastica da casa che ci permette di far lavorare tutte le principali zone del corpo con un esercizio integrato, e sia con un occhio di attenzione alla parte aerobica, sia con un occhio di attenzione a quella non aerobica.

Insomma, già da queste poche righe dovrebbe essere chiaro che il Total Crunch permette di esercitarsi con un allenamento quotidiano che mescola la forza all’esercizio cardiovascolare, con un risultato finale che, giorno dopo giorno, non mancherà di farsi notare.

In commercio è possibile trovare diversi modelli di Total Crunch, con specifiche caratteristiche e forme. Tuttavia, è ben possibile notare come il modello “base” sia molto simile a una bicicletta statica, che favorisce nell’utilizzatore una posizione accovacciata, con le braccia aperte.

Da questa posizione di partenza è poi possibile effettuare dei movimenti molto comodi, afferrandosi al manubrio e tirando con le braccia e facendo forza con le gambe per ottenere le posizioni raccomandate dall’esercizio.

Ripetuto correttamente, questo semplice movimento è in grado di stimolare sia il proprio sistema cardiovascolare che la propria forza, allenando muscoli come gli addominali, i glutei e quelli dorsali.

Breve guida al primo utilizzo!

Introdotto quanto sopra, possiamo cercare di ipotizzare un primissimo utilizzo del Total Crunch e entrare subito nel vivo del suo funzionamento!

Dopo aver compiuto un adeguato riscaldamento, è possibile adottare la posizione di partenza: ci si può porre accovacciati, con le braccia aperte e, rimanendo attaccati al manubrio, far leva con le braccia e spingere con le gambe come a volersi alzare in piedi. Si può dunque ritornare alla posizione di partenza, lasciandosi cadere all’indietro, con flessione delle ginocchia e distensione delle braccia.

Come risulta facilmente intuibile, il movimento è davvero semplice ma… straordinariamente efficace, soprattutto se viene condotto nella maniera più corretta: ricordiamo infatti che per poter ottenere i migliori risultati finali è fondamentale condurre l’esercizio in maniera sempre controllata, evitando strappi o improvvise e brusche accelerazioni, ma accompagnando il proprio corpo in maniera naturale e ordinata.

Un allenamento personalizzato

Guai, però, a pensare che il Total Crunch sia utilizzabile solo in questo modo. Come dovrebbe essere intuibile giunti a questo punto del nostro approfondimento, infatti, il Total Crunch è uno strumento di allenamento molto versatile, che consente di effettuare diversi programmi di esercizi a seconda dei propri obiettivi.

Dunque, sarà possibile selezionare il programma di esercizi e di posizioni che si ritiene essere maggiormente utile per le proprie finalità di benessere, e attenersi ad esso, per poter arrivare a beneficiare di notevoli risultati nel medio termine.

Svantaggi

Ma è possibile che il Total Crunch sia davvero uno strumento così vantaggioso? O ci sono degli aspetti negativi che sarebbe opportuno tenere a mente?

In realtà, se utilizzato con costanza e correttamente, il Total Crunch è realmente un oggetto in grado di dare una considerevole mano d’aiuto al proprio stato di forma.

Naturalmente, come abbiamo già ricordato, questo non significa che si debbano attendere miracoli: per poter conseguire risultati apprezzabili è infatti necessario ripetere gli esercizi nel tempo, in maniera controllata e seguendo un programma di allenamenti frequente e ponderato sulla base delle proprie possibilità e dei propri obiettivi.

Per evitare qualsiasi tipo di pregiudizio fisico, è inoltre importante effettuare un breve riscaldamento prima di usare il Total Crunch, e fermarsi se si sentono dolori o altri fastidi.

Come scegliere il miglior Total Crunch

Chiarito quanto sopra, a questo punto non ci rimane che comprendere in che modo sia possibile scegliere il miglior Total Crunch per le proprie esigenze.

A nostro giudizio, il primo criterio che dovrebbe essere seguito nel momento in cui si sceglie un Total Crunch è la bontà dei materiali utilizzati.

Ricordiamo infatti come il Total Crunch funziona con un sistema a doppia resistenza, facendo leva sui pedali. È dunque necessario che il Total Crunch che si sceglie di utilizzare sia solido e stabile, in maniera tale che possa garantire la massima sicurezza nel compimento di qualsiasi esercizio.

Un altro elemento che dovrebbe essere sempre considerato è l’impugnatura del manubrio: oltre che con discreto grip, il manubrio dovrebbe poter essere impugnato in diverse posizioni (pronta e supina), con la medesima semplicità.

Costituiranno altri elementi preferenziali di scelta la seduta regolabile a seconda delle proprie necessità di allenamento, così come la possibilità di essere ripiegato su sé stesso, in maniera tale che possa essere riposto in un armadio, sotto il letto o in altro luogo dedicato.

Dieta povera di carboidrati, cos’è e come seguirla

Dinner cancelling, cos’è la nuova dieta seguita da Fiorello