Colesterolo alto: il sintomo dietro la caviglia che ne segnala la presenza

Colesterolo alto: il sintomo dietro la caviglia che ne annuncia la presenza. Di cosa si tratta.

colesterolo alto caviglia
(Google Images)

Il colesterolo alto solitamente si presenta in maniera asintomatica, ma esistono delle eccezioni. Quando si presenta un sintomo di gonfiore visibile dietro la caviglia dovremmo subito fare le analisi del sangue perché potrebbe trattarsi di un segnale del nostro corpo circa il livello di colesterolo troppo alto.

I sintomi frequenti del colesterolo alto

Chi ha il colesterolo alto, o LDL lipoproteine a bassa densità, il cosiddetto colesterolo cattivo deve sempre stare in guardia e monitorare la situazione con l’aiuto del proprio medico. Un alto livello di colesterolo può infatti comportare un maggiore rischio di contrarre malattie cardiovascolari. Il problema è che, la maggior parte delle volte, non ci si accorge per tempo di avere i valori alti perché il colesterolo alto è spesso asintomatico. Tuttavia, per ragioni di genetica familiare, si possono manifestare sintomi specifici che ne segnalano la presenza.

analisi sangue
(Foto Pexels)

Gonfiore anomalo del tendine d’Achille

Uno studio recente pubblicato sul British Journal of Sports Medicine ha analizzato la relazione tra colesterolo alto e infiammazione al tendine d’Achille. Il colesterolo alto comporta frequenti infiammazioni al tendine e alla caviglia soprattutto per chi soffre di ipercolesterolemia familiare. Sono questi i soggetti più esposti all’infiammazione e al dolore articolare che ne consegue.

Potrebbe interessarti anche: Colesterolo Alto: Perchè il colesterolo si alza (e si abbassa!)

Altri segnali di pericolo che non vanno mai sottovalutati

Oltre al gonfiore anomalo del tendine d’Achille, segnale rivelatore della presenza nel sangue di un livello eccessivo di colesterolo cattivo, ne esistono altri. Ecco gli altri sintomi visibili da tenere sotto controllo in caso di ipercolesterolemia familiare:

  • Xantelasmi: si tratta di piccoli grumi di colesterolo, di dimensione ridotta, che si posizionano vicino all’angolo interno dell’occhio. Solitamente si manifestano con un colore giallo.
  • Arco corneale: è un anello bianco pallido che si forma frequentemente intorno all’iride (la parte colorata dell’occhio). Se hai questo sintomo, si tratta quasi sicuramente di alti livelli di FH nel sangue.

Chi soffre di questa patologia, incorre in malattie cardiovascolari, infarti e ictus e deve sottoporsi a controlli regolari. Sebbene non esista ancora una cura definitiva per l’ipercolesterolemia familiare, ci sono degli accorgimenti da seguire per condurre uno stile di vita sano, come fare esercizio, mangiare in modo sano ed equilibrato e mantenere il proprio peso forma.

Sophia Melfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *