Peeling: come si fa e qual è la funzione di questo trattamento

Il peeling è un trattamento ancora poco conosciuto, andiamo dunque a vedere come si fa e soprattutto la funzione che esso ha dal punto di vista estetico.

peeling come si fa funzione
(foto pixabay)

Tra vari trattamenti di bellezza si sta diffondendo sempre di più il peeling. Ma di cosa si tratta? Come si fa? E qual è la funzione per la quale sempre più gente si sottopone a questo rituale? Rispondiamo a tutte queste questioni.

Un alleato di bellezza

Le donne hanno sempre bisogno di sentirsi giovani, ecco perché passano una parte della giornata a prendersi cura del proprio corpo e della propria pelle. Sono tanti i trattamenti destinati a quest’ultima, ad esempio la detersione del viso effettuata al mattino e prima di andare a letto, oppure qualche maschera di bellezza durante la settimana.

trattamento viso
(foto pexels)

Con il tempo i trattamenti si evolvono e ne nascono sempre di nuovi. Uno degli ultimi nati è il peeling, che sta spopolando sempre di più. Il motivo sta nel fatto che si tratta di una vera e propria tecnica rivoluzionaria, che ha a che fare con la rigenerazione delle cellule. Questa tecnica può avvenire su viso collo e mani.

Potrebbe interessarti anche: Ricrescita capelli: il trattamento PRP è una valida ed efficace soluzione

Come si fa il peeling?

Il termine peeling deriva dal verbo inglese peel che vuol dire pelare. In effetti l’azione che si andrà a compiere sarà quella di rimuovere lo strato della pelle che si trova in superficie. Compiendo ciò si darà risalto ad uno strato epidermico più luminoso. Le cellule morte verranno infatti eliminate favorendo la loro rigenerazione.

come fare il peeling
(foto pexels)

Durante il trattamento non si prova tanto dolore, tuttavia esiste un lato negativo. Il peeling potrebbe portare qualche effetto collaterale soprattutto a coloro che hanno una pelle sensibile. Su di essa si può manifestare un semplice rossore, ma si può andare incontro anche alla desquamazione.

Qual è la funzione del peeling?

La funzione del peeling è senza dubbio quello di garantire una luminosità maggiore alla propria pelle. Il trattamento è consigliato specialmente alle persone che hanno più di 35 anni. Tuttavia chiunque presenti delle imperfezioni cutanee come acnee o macchie può risolvere o alleviare le problematiche sottoponendosi a qualche seduta.  In base agli obiettivi che si vogliono raggiungere esistono diversi tipi di peeling chimico.

Funzione del peeling Superficiale

Con il peeling superficiale non si andrà a scavare particolarmente a fondo e si andrà ad utilizzare un acido alla frutta. La funzione di esso è semplicemente rinfrescare determinate parti della pelle, oppure quella di rimuovere piccole macchie chiare.

trattamento peeling
(foto pexels)

Funzione del peeling medio

Se si scegli di sottoporsi a questa opzione il peeling scaverà un pochino più in profondità, precisamente si arriverà fino allo stadio intermedio dell’epidermide. In questo caso la funzione è ben diversa: si possono rimuovere lentiggini e macchie che spuntano con l’età. Inoltre si può curare la cheratosi attinica, cioè le macchie alla pelle che possono nascere a causa di una troppa esposizione al sole.

Funzione del peeling profondo

È facile da immaginare: il peeling profondo include lo scavare in profondità. La nostra pelle dunque si andrà a pulire meglio. Grazie a questa possibilità è possibile eliminare rughe, macchie, lentiggini e cicatrici. Tuttavia essendo un trattamento invasivo va fatto soltanto una volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *