Rafforzare le difese immunitarie in autunno è più facile di quello che sembra

Come rafforzare le proprie difese immunitarie in autunno? La risposta è più facile di quello che credi. Basta comportarsi in un determinato modo e scegliere i corretti rimedi.

rafforzare le difese immunitarie
(foto pexels)

Rafforzare le difese immunitarie è davvero molto facile, anche se non si direbbe. Parlando del mese di autunno esistono degli alimenti che possono considerarsi nostri alleati a tutti gli effetti. Se questi ultimi vengono uniti ad alcuni comportamenti quotidiani esatti allora saremo a cavallo. Non ci resta che scoprirne di più.

Allarme raffreddore

Con la fine dell’estate ed il conseguente arrivo dell’autunno le temperature iniziano pian piano a diminuire. Addio dunque al sole cocente estivo e spazio alle prime pioggerelline, che con il tempo andranno sempre di più a fortificarsi. Il nostro corpo si deve così abituare a questi cambiamenti climatici e spesso viene preso alla sprovvista e non riesce a reagire nel migliore dei modi.

rafforzare le difese
(foto pexels)

Ovviamente non si verifica nulla di grave o ingestibile, stiamo parlando semplicemente di raffreddore. Esso sparisce nel giro di un paio di giorni se curato per bene, ma non per questo non dobbiamo studiare un modo per prevenirlo. Fortunatamente esiste, o forse è meglio dire esistono visto che parliamo di più di un rimedio per contrastarlo.

Potrebbe interessarti anche: Raffreddore: la leggenda di un rimedio naturale da tenere in tasca

Gli alimenti per rafforzare le difese immunitarie

Ma quali sono questi rimedi? Come abbiamo già accennato si tratta di alimenti ben precisi. Grazie alle loro proprietà essi rafforzano le difese immunitarie ed evitano così al nostro organismo di andare incontro a raffreddore o addirittura febbre. Adesso andiamo a vedere nello specifico quali sono questi alimenti fondamentali in questi contesti.

Funghi

Forse è uno degli alimenti più inaspettati che possiamo trovare in questa lista, ma i funghi hanno un potere benefico sul nostro organismo. Se li consumiamo essi combattono non solo l’abbassamento delle difese immunitarie, ma anche eventuali infezioni. Il motivo sta nel fatto che essi contengono betaglucani, ovvero delle fibre che riducono il colesterolo.

funghi contro raffreddore
(foto pexels)

Aglio

Probabilmente non sarà l’alimento preferito di tanti, alcuni non riescono proprio a mangiarlo, ma in questo caso ne vale davvero la pena. L’aglio contiene allicina e solfuro: due sostanze che favoriscono lo sviluppo delle cellule buone ed al contrario espellono quelle cattive. Oltre alla prevenzione del raffreddore esso è in grado anche di proteggere il cuore.

Carote

Anche in questo caso parliamo di alimenti non proprio squisiti per la maggior parte delle persone ma uno sforzo è più che . Esse contengono il becarotene che è in grado di combattere le infezioni. Inoltre le carote hanno il potere di purificare il nostro organismo, ecco perché sono considerate un cibo antiage.

carote per difese immunitarie
(foto pexels)

Ginseng

È uno degli alimenti che più conviene consumare ed a dirlo è la scienza. La radice di ginseng è strettamente associato allo sViluppo delle difese immunitarie. Ecco perché una tazza al mattino, magari come sostituto del caffè, non deve mai essere disdegnata soprattutto nella stagione autunnale, quando le difese immunitarie sono messe a dura prova.

Agrumi

Gli agrumi fanno parte della frutta di stagione che cresce in autunno. Sicuramente non ci siamo sorpresi di trovarli in questa lista perché sappiamo che hanno tantissima vitamina C. Quest’ultima apporta differenti benefici al nostro organismo, tra cui proprio delle difese immunitarie molto alte. Ecco perché un’ottima spremuta di arancia al mattino oppure durante il pomeriggio non fa mai male.

Rafforzare le difese immunitarie con comportamenti adatti

Gli alimenti non costituiscono gli unici alleati che consentono di rafforzare le nostre difese immunitarie. Per dirla meglio: i cibi sopra elencati sono utilissimi, ma se vengono affiancati a comportamenti altrettanto giusti allora il nostro organismo è in una botte di ferro. Vediamo allora quali sono i restanti consigli da seguire affinché la nostra salute ci possa ringraziare.

Evitare lo zucchero raffinato

Lo zucchero raffinato, a differenza degli alimenti già nominati, indebolisce il nostro sistema immunitario. Niente paura se siete dei golosi: al giorno d’oggi ci sono tante alternative ad esse. C’è lo zucchero di canna, il miele ed altri dolcificanti che non vi faranno sentire la sua mancanza. A prescindere da ciò il suggerimento ideale è evitare di assumerlo.

zucchero
(foto pexels)

Echinacea

L’echinacea è una pianta erbacea che sta diventando sempre più comune. Potrebbe rivelarsi davvero utile impiegarla contro il raffreddore o altri problemi simili. Essa si può trovare in erboristeria e si può assumere sotto forma di estratto o capsule. La sua efficacia sta nel fatto che essa rafforzi i globuli rossi e bianchi.

Potrebbe interessarti anche: Come abbassare la febbre: semplici consigli da applicare

Dormire bene

Le difese immunitarie potrebbero risentire anche di un mancato riposo. Se durante la notte non riposiamo non riusciamo ad affrontare le giornate ed il corpo si accorgerà eccome di tutto ciò. Di conseguenza potrebbe avvenire la nascita di eventuali infiammazioni. Tutto questo basta a convincerci che bisogna tentare di dormire bene.

dormire bene
(foto pexels)

Ridurre lo stress

Proprio come il sonno, lo stress può influenzare il nostro corpo. Avere una vita o anche solo dei momenti del genere diminuisce l’azione dei globuli bianchi. Di conseguenza per il mostro corpo sarà molto più facile andare incontro a febbre e raffreddore. Ecco perché se ci sentiamo particolarmente stressati dobbiamo agire subito, magari trovando dei momenti che favoriscono il riposo della nostra mente.

Smettere di fumare

Ultimo suggerimento: basta al fumo. Sappiamo tutti che il fumo, forse non siamo a conoscenza di cosa potrebbe accadere se continuiamo a ricorrere alle sigarette. Nel nostro corpo avverrà più facilmente la formazione dei muchi, di conseguenza le infiammazioni saranno molto più frequenti. Se non fumiamo dobbiamo comunque fare tutto il possibile per stare alla larga dal fumo passivo, poiché anch’esso è causa di un indebolimento del nostro sistema immunitario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *