Capelli oleosi: lavarli ogni giorno non è la soluzione

Capelli oleosi, come poterli combattere? Lavarli ogni giorno non è mai la soluzione e spesso provoca l’effetto contrario: quindi come si può risolvere?

capelli-oleosi-soluzioni
(da pixabay)

Avere i capelli oleosi è tra le cose che più gravemente rovinano la nostra immagine. Eppure, c’è chi, a causa della produzione di sebo eccessiva della cute, se li ritrova costantemente sporchi. Questo può anche capitare in uno specifico periodo della nostra vita, a causa delle alterazioni ormonali che viviamo o che sono magari indotte dallo stress eccessivo. Seppure la tentazione sia mettersi a lavarli ogni volta che si fanno oleosi- e spesso sono anche spenti e opachi- questo non solo non sortisce alcun effetto di sorta ma anzi può arrivare anche a peggiorare la soluzione.

No, neanche tagliarli a zero è una soluzione- non siate così drastici! Ecco quindi qualche metodo, percorribile, per tornare ad amare i vostri capelli.

Ti potrebbe interessare anche->Smettere di fumare fa ingrassare? la risposta degli esperti

Capelli oleosi: un incubo risolvibile

capelli-oleosi-soluzioni
capelli (da pixabay)

Non usate, per il vostro shampoo, prodotti dozzinali e commerciali. Recatevi in erboristeria o in farmacia e lasciate che vi venga consigliato uno shampoo che si adatti alle vostre esigenze. Evitate anche tutti i prodotti da aggiungere a posteriori, come l’olio ammorbidente o altro che non sia consigliato per il caso. Sciacquatevi i capelli con acqua tiepida e spazzolateli delicatamente con un pettine a denti larghi e setole morbide.

Ti potrebbe interessare anche->Mirror-work: quando lo specchio insegna ad amarci

Evita di toccarti spesso i capelli con le mani, soprattutto le punte e le radici. Un metodo consigliato è quello che prevede l’uso del limone: spremi qualche goccia sui capelli e procedi a sciacquare. Oppure, ugualmente efficace, è il metodo borotalco: immergi i batuffoli nel talco e spazza le radici. Poi con un asciugamano, delicatamente, togli la polvere in eccesso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *