Gli auricolari wireless fanno male alla salute? Gli scienziati rispondono

Da anni ormai vanno di moda gli auricolari wireless, ovvero senza fili, molto pratici e comodi: ma che effetti hanno sulla salute?

Auricolari del telefonino, fanno male o no
Auricolari del telefonino, fanno male o no? (foto da Pixabay)

Da anni, ormai, vanno di moda gli auricolari wireless, ovvero senza fili, molto pratici e comodi: ma che effetti hanno sulla salute? Gli scienziati cercano di rispondere, anche se gli studi sulle radiazioni proseguono. Gli auricolari bluetooth sono sicuramente una grande invenzione, tanto comodi e leggeri che ci si dimentica di averli addosso.

Quasi tutti li utilizzano, e anche per molto tempo; lo fanno per ascoltare musica o per parlare al telefono, ma siamo sicuri che facciamo bene? La scienza ancora non è arrivata a una conclusione definitiva, visto che questo progresso tecnologico è ancora abbastanza recente (risale ai primi anni 2000). Insomma, non ci sono abbastanza anni di studio per fare un’analisi concreta, ma alcuni dati raccolti ci possono dare un’idea.

Potrebbe interessarti anche → C’è una sostanza tossica all’interno di casa che respiriamo ogni giorno

Bluetooth per gli auricolari wireless: la tecnologia fa male alla salute?

Auricolari wireless
Auricolari wireless (foto da Pixabay)

Il bluetooth è sicuramente un’invenzione geniale, che garantisce molte comodità. Niente più fili che si intrecciano, niente distanze limitate, grazie a questa tecnologia possiamo sfruttare una potenza a raggio corto. Ma questa potenza a raggio corto fa male alla nostra salute? A quanto pare non dovrebbe far male, essendo una frequenza troppa bassa per creare danni al fisico.

Le radiazioni diffuse dagli apparecchi elettronici casalinghi non sono ionizzanti. Perciò, sono incapaci di ionizzare la materia, modificandone gli atomi. Per questo motivo, a differenza degli apparecchi ionizzanti, non recano danni e non danneggiano l’organismo. Le radiazioni non ionizzanti hanno debole energia e non riescono a modificare gli atomi e le molecole che colpiscono. Al massimo riscaldano, come nel caso del forno a microonde.

Ovviamente, la lunga esposizione alle radiazioni o al calore, primo o poi arreca danni, ma non è il caso del bluetooth. I campi elettromagnetici utilizzati dai dispositivi elettronici, come auricolari, telefonini, antenne tv o altro, non sono pericolosi. Hanno intensità davvero basse e non possono danneggiare il corpo umano. Tuttavia, queste radiazioni, specialmente quelle del telefonino, sono state classificate come leggermente cancerogene.

Potrebbe interessarti anche → Puzza di fumo di sigaretta: alcuni rimedi naturali per farlo sparire

Non bisogna dunque allarmarsi, ma è solo una precauzione. In definitiva, il dispositivo migliore per comunicare o ascoltare musica quando si è in giro resta l’auricolare col filo, seguito poi da quello bluetooth. Meglio, invece, non restare troppo a lungo col telefonino appoggiato all’orecchio. Il consiglio degli scienziati, comunque, è quello di evitare, se possibile, di tenere troppe ore gli auricolari wireless.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *