Blocco auto, se la tua fa parte di questa categoria ora sono guai

Gli elevatissimi livelli di inquinamento raggiunti stanno mettendo a rischio la circolazione di milioni di veicoli: il blocco auto riguarda queste nel dettaglio.

Blocco auto per l'inquinamento
Blocco auto per l’inquinamento Foto dal web

Blocco auto per alcuni veicoli che appartengono ad una precisa categoria. La cosa comporterebbe dei disagi enormi per milioni di persone che dispongono di mezzi a quattro ruote classificati in un determinato range, fino ad Euro 4.

Parliamo di ben dieci milioni e passa di automobili, che potrebbero restare ferme in nome della necessità e del bisogno assoluti di dovere ridurre le emissioni di CO2 nell’aria. I livelli di inquinamento hanno raggiunto una misura estremamente preoccupante in Italia, al punto che si sta considerando l’ipotesi di procedere con un immane blocco auto per ovviare parzialmente alla cosa.

Lo stop per questi mezzi sarebbe permanente. Basti pensare alla volontà da parte della Regione Lazio di volere fermare gli Euro 4 nelle zone verdi presenti sul proprio territorio non più solo con le targhe alterne od in occasione dei weekend, ma anche per tutti gli altri giorni. Un proposito attuato già ad inizio del 2020, se non ci fosse stata la pandemia.

Blocco auto, le Euro 4 rischiano lo stop totale: troppo inquinamento

Foto dal web

Il provvedimento in questione assumerebbe delle proporzioni immani, dal momento che riguarda dei veicoli tutto sommato ancora recenti e che sono stati venduti fino al 2010. Ci si aspetta quindi una serie di provvedimenti e di agevolazioni per quanto riguarda la rottamazione di questi veicoli ed il relativo acquisto di mezzi meno inquinanti, auto elettriche ed ibride in primis.

È chiaro comunque che questo è un processo che non può avvenire dall’oggi a domani. Servono tempo e proroghe, cosa che l’Italia ha già chiesto all’Unione Europea. Tutto quanto dovrà comunque essere portato a compimento entro il 2035.

Potrebbe interessarti anche: Bollette, guai a compiere questo sbaglio: c’è la multa anche se hai pagato

Una situazione che va risolta quanto prima

Intanto però le Euro 4 stanno subendo sempre più stop, come ad esempio avviene in Piemonte, con le auto in questione che rimarranno ferme fino a metà aprile dalle 08:30 alle 18:30 dei giorni feriali e nei festivi a seconda dello stato di allerta il giorno prima.

Potrebbe interessarti anche: Riforma delle pensioni, nel 2022 guadagnerai di più: la TABELLA esatta

Potrebbe interessarti anche: Truffa Agenzia delle Entrate, attenti a questo messaggio

Quando c’è allerta arancione nemmeno le Euro 5 a diesel possono circolare, con la cosa che, in questo caso, può riguardare pure i veicoli merci. Tutto questo comporterebbe dei blocchi importanti anche per quanto riguarda le forniture.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *