Ansia da separazione: come superare la paura dell’abbandono

Il trauma derivante dall’abbandono di chi amiamo può causare notevoli disagi: ecco come superare la paura della separazione.

Paura abbandono
Come combattere la paura dell’abbandono (Pixabay)

Superare l’abbandono non è semplice: dover rinunciare alla presenza delle persone che amiamo può instillare in noi paura e insicurezza. Lasciar andare è possibile, anche se doloroso: ecco tutti i consigli per imparare a combattere l’ansia da separazione, riuscendo a voltare pagina e a diventare più forti.

Cos’è l’ansia da separazione?

Con l’espressione ansia da separazione si fa riferimento a un vero e proprio disturbo patologico.

Le persone che ne sono affette provano una paura intensa, persistente e ingiustificata rispetto al possibile abbandono di una figura di riferimento.

Solitamente, l’ansia da separazione colpisce i bambini, ma può insorgere anche negli adulti a seguito di eventi particolarmente traumatici, come:

  • Morte di un genitore;
  • Separazione coniugale;
  • Disturbi infantili irrisolti.

Si tratta di una condizione che può ostacolare il normale svolgimento delle attività quotidiane, minando l’autonomia personale e la capacità di instaurare relazioni interpersonali equilibrate.

Potrebbe interessarti anche: Depressione: le interazioni sociali aiutano a prevenirla, lo studio

Come si comporta chi ha paura dell’abbandono?

Come abbiamo accennato, soffrire di ansia da separazione causa una serie di difficoltà che possono intaccare la vita di tutti i giorni.

Ansia da separazione
Come riconoscere l’ansia da separazione (Pixabay)

Come si manifesta la paura dell’abbandono? Le persone che ne sono affette possono non riuscire a uscire di casa da sole o a lasciare i luoghi in cui si considerano al sicuro, come la propria abitazione.

Inoltre, potrebbero manifestare un attaccamento morboso nei confronti delle figure di riferimento, come i genitori o il partner. Questo disturbo può essere somatizzato fino a determinare l’insorgenza di numerosi sintomi, in cui rientrano:

  • Insonnia;
  • Disturbi di personalità;
  • Disturbi dell’umore;
  • Crisi isteriche;
  • Mal di testa;
  • Episodi di autolesionismo;
  • Incubi.

Potrebbe interessarti anche: Ansia e stress? Puoi combatterli con la cooking therapy. Tutti i dettagli

Come superare la paura dell’abbandono

Superare la paura dell’abbandono è possibile?

Trauma dell'abbandono
Trauma dell’abbandono (Pixabay)

Se stiamo sperimentando il dolore che deriva dalla perdita di qualcuno, potremmo pensare che non ne usciremo mai. In realtà, però, si può sconfiggere l’ansia da separazione.

L’idea di dover rinunciare alla presenza di chi amiamo e alla nostra vecchia vita è certamente destabilizzante, ma può rappresentare una vera e propria occasione di rinascita.

Il miglior consiglio da mettere in pratica è quello di ascoltare se stessi e le proprie emozioni: soffocare il dispiacere non serve a tenere lontano il dolore; al contrario, amplifica la sofferenza.

In ogni caso, è bene tenere a mente che la causa della separazione non deriva da noi: dovremmo abbandonare sensi di colpa e giudizi negativi nei nostri confronti. Fare pace con se stessi e accettarsi è determinante per superare questa difficile fase della propria vita.

Lavorare sulla nostra persona, quindi, è determinante. Spesso, infatti, la paura dell’abbandono può insorgere a causa di insicurezze e traumi che trasciniamo con noi da tempo, e che speriamo che chi amiamo possa colmare o risolvere.

In realtà, però, il superamento delle ferite e il soddisfacimento dei nostri bisogni personali dipende soprattutto da noi: riuscire a focalizzarci sulle nostre emozioni ed esigenze è la chiave per sviluppare una personalità equilibrata e armoniosa, che possa accogliere e abbracciare la presenza degli altri con gioia e apertura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *