Tutti matti per la stufa “pirolitica”: bella, efficiente ed anche conveniente. Tutti i dettagli qui

Quali sono i tanti punti di forza della stufa pirolitica, che può rappresentare una soluzione assai conveniente ai riscaldamenti tradizionali.

Un impianto pirolitico di riscaldamento
Un impianto pirolitico di riscaldamento (Foto Canva)

La stufa pirolitica è una ottima alternativa ai tradizionali riscaldamenti che siamo soliti utilizzare, tra termosifoni, camini ed altri tipi di stufe. E ci sono diversi vantaggi legati all’acquisto ed all’uso di una stufa pirolitica. Uno di questi consiste nella limitatissima produzione di sostanze di scarto, per via delle modalità di funzionamento coinvolte.

Infatti una stufa pirolitica produce calore mediante il riscaldamento di biomassa, ad una temperatura compresa fra i 300 ed i 400°. Abbiamo proprio un contenitore a biomassa a costituirla, più un coperchio isolante, un tubo composto in acciaio ed una apposita entrata per l’aerazione.

Inoltre la messa in funzione delle stufe pirolitiche non è per niente complicato. Anche la manutenzione è decisamente semplice da mettere in atto, e riguarda un semplice intervento di pulizia. I punti di forza di questo comodo accessorio per interni in inverno riguardano anche un parziale riciclo che avviene ad ogni utilizzo.

La stufa pirolitica, quanto costa: il prezzo medio

Una stufa con del pellet e della legna
Una stufa con del pellet e della legna (Foto Canva)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Infatti la stufa riesce a bruciare anche parte del gas di scarto che produce, ogni volta che la accendiamo. E poi le sue emissioni di CO2 sono inferiori rispetto alle stufe tradizionali. Ed ancora, non c’è bisogno in alcun modo di collegare le stufe pirolitiche al circuito elettrico od alla canna fumaria. Per un risparmio che si reitera nel tempo.

Ad oggi però sono più diffusi i modelli per riscaldare ambienti esterni. Questi sono anche più economici rispetto a quelli da interno, i cui prezzi risultano essere particolarmente elevati. Se per i primi parliamo di un centinaio di euro come base, per i secondi dobbiamo spostarci nell’ordine delle migliaia, fino anche a 2mila euro.

Segui i nostri video e le nostre storie su Instagram

Ad oggi il metodo di riscaldamento più diffuso per quanto riguarda le stufe è costituito da quelle a petrolio oppure a gas. Che però avranno un impatto tremendo in bolletta, con la crisi energetica in corso. Ed il cui utilizzo andrà estremamente centellinato, per evitare delle continue stangate.

Impostazioni privacy