Tachipirina 💊: quando e come prenderla, i consigli degli esperti

Potresti star assumendo la Tachipirina nel modo sbagliato: ecco come e quando prenderla secondo i consigli degli esperti.

Come si prende la Tachipirina
I consigli per assumere la Tachipirina senza rischi (Fonte foto Canva – Inran.it)

La Tachipirina è un farmaco antipiretico e analgesico. Tra i medicinali utilizzati più comunemente per abbassare la febbre e ridurre il dolore, andrebbe esclusivamente assunta dopo aver consultato il foglietto illustrativo. Come e quando prendere la Tachipirina? Ecco tutte le indicazioni da seguire per evitare spiacevoli effetti collaterali e rischi per la salute.

Quando prendere la Tachipirina?

Come e quando assumere la Tachipirina
Donna che sta per assumere un farmaco (Fonte foto Canva – Inran.it)

Quando assumere la Tachipirina? Tra le principali funzioni di questo farmaco c’è l’abbassamento della febbre. Tuttavia, esso dovrebbe essere assunto a determinate condizioni.

Questa medicina, infatti, determina un repentino abbassamento della temperatura corporea. Quindi, la Tachipirina andrebbe assunta quando la febbre è pari o superiore ai 38 gradi.

Grazie alla sua azione antidolorifica, questo medicinale può essere assunto per la cura di dolori lievi, come mal di denti, mal di schiena e dolori mestruali. In ogni caso, si tratta di un farmaco in grado di lenire i sintomi di malessere, non di curare il disturbo che li ha originati.

POTREBBE PIACERTI ANCHE QUESTO ARTICOLO: Paracetamolo: si può considerare un farmaco sicuro?

Se gli episodi di malessere di ripetono, quindi, è indispensabile rivolgersi al medico per individuare la causa sottostante. Anche in caso di febbri prolungate e frequenti, è bene sottoporsi a visite ed esami volti a chiarire la causa alla loro origine.

Queste manifestazioni di malessere, infatti, possono essere causate da una malattia sottostante più grave.

Il modo giusto per assumere la Tachipirina

Qual è il modo giusto per assumere la Tachipirina? In primo luogo, l’uso di questo farmaco è indicato solo per gli adulti e per i ragazzi a partire dai 15 anni di età.

Non bisognerebbe mai superare la dose di tre pastiglie al giorno da 1000 mg, rispettando un intervallo di tempo tra una somministrazione e l’altra di almeno quattro ore.

LEGGI ANCHE: Emorragia interna: quali sono i sintomi e quali conseguenze comporta

Per indicazioni più precise e puntuali, in ogni caso, è indispensabile chiedere il parere del proprio medico: sulla base della nostra storia clinica e di altri fattori come allergie, peso ed età, il professionista saprà indicarci come e quando assumere la Tachipirina secondo le nostre caratteristiche ed esigenze.

Rischi ed effetti collaterali

La somministrazione di Tachipirina può causare la comparsa di effetti collaterali. Tra i più comuni rientrano:

  • Affaticamento e debolezza;
  • Diarrea e dolori addominali;
  • Reazioni allergiche;
  • Sangue nelle urine o urine torbide.

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

Ci sono alcune categorie di persone a cui è caldamente sconsigliato l’uso di questo farmaco. In primo luogo, si tratta di chi presenta ipersensibilità al principio attivo o a uno dei suoi eccipienti.

Inoltre, in questo elenco rientrano coloro che sono affetti da:

  • Insufficienza epatica;
  • Insufficienza renale;
  • Anemia emolitica;
  • Deficit enzimatico di glucosio.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.