Pillola anticoncezionale: i dubbi delle donne. Le risposte dell’esperta

Pillola anticoncezionale: sono ancora molteplici i dubbi delle donne in tal senso. Le risposte dell’esperta alle domande più gettonate

La pillola anticoncezionale viene adoperata da milioni di donne in tutto il mondo al fine di prevenire il concepimento. Per quel che riguarda la sua assunzione sono davvero molteplici i dubbi e le perplessità a riguardo. Ecco le risposte alle domande più gettonate.

Pillola anticoncezionale: i dubbi delle donne
Pillola (foto da Canva) – Inran.it

Come si menzionava in precedenza, la pillola contraccettiva viene utilizzata da milioni di donne in tutto il mondo per prevenire il concepimento. Si tratta di un farmaco che ha un alto contenuto ormonale e e occorre ricordare che nettamente diversa da quella che viene identificata come pillola del giorno dopo. Quest’ultima, infatti, è una contraccezione di emergenza e ci si serve di essa specificatamente nelle ore immediatamente successive ad un rapporto non protetto.

Pillola anticoncezionale, i pro e i contro secondo le donne. I dubbi persistenti

Rispetto alla pillola anticoncezionale sono davvero innumerevoli le domande che si pongono le donne ogni giorno. Al tempo stesso sono tantissimi i pro e i contro ragion per cui risponderemo ai quesiti più gettonati che impensieriscono l’universo femminile.

La pillola anticoncezionale
Pillola (foto da Canva) – Inran.it

Iniziamo subito con il dire che si era parlato di rendere la pillola gratuita, ma in Italia tutto ciò non è ancora possibile ragion per cui il farmaco sarà completamente a carico della donna. O meglio, ci sono alcune regioni italiane dove questa è gratuita fino ai 25 anni: si tratta dell’Emilia-Romagna, della Toscana, del Lazio della Puglia. Ritornando alla questione dei pro e dei contro, uno dei motivi che spinge le donne a non utilizzarla sono i suoi effetti con laterali. Intervenuta a tal proposito la professoressa Nappi la quale ha spiegato la sua efficacia specialmente nell’acne, nell’ovaio policistico e nell’irregolarità della mestruazione.

Inoltre ciò che si teme maggiormente è l’aumento di peso e aspetto legato alla ritenzione idrica. Questi due fattori sono ampiamente studiati dagli esperti e attualmente non vi sono delle vere e proprie evidenze che legano la pillola all’aumento di peso. L’esperta ha sottolineato che gli estrogeni contenuti all’interno della pillola possono stimolare anche a livello cerebrale e talvolta anche per quel che riguarda il centro che regola l’appetito: ragion per cui è del tutto normale provare il desiderio di mangiare degli alimenti particolari.

La pillola anticoncezionale
Blister (foto da Canva) – Inran.it

Un aspetto molto importante da tenere in considerazione prima dell’assunzione della pillola: bisogna rivolgersi al proprio ginecologo che valuterà insieme al paziente tutti i fattori di rischio. Ad esempio il fumo può essere un problema, così come il peso eccessivo. Ogni donna dovrà essere valutata secondo il suo quadro clinico.

Impostazioni privacy