Capperi, come e quando mangiarli: i consigli degli esperti

Capperi, come e quando mangiarli: i consigli degli esperti per quanto riguarda le informazioni e le porzioni. 

Così piccoli e al tempo stesso così importanti: oggi parleremo delle proprietà benefiche dei capperi. Non si tratta di un albero, ma di un arbusto sempre verde che cresce quasi come fosse un cespuglio in mezzo alle rocce.

Capperi, i consigli degli esperti
Ciotola di capperi (Foto da Canva) -Inran.it

Il suo nome scientifico e capperis spinosa e la pianta a origini molto antiche: ricordiamo infatti essere presente in Grecia e in Asia minore durante il periodo di massimo splendore del bacino mediterraneo. Come si menzionava precedentemente, in un frutto così piccolo sono contenute tante proprietà benefiche. Ma non solo, poiché in 100 g sono presenti proteine, sodio, magnesio e potassio, fosforo. I capperi riescono a stimolare l’appetito e al tempo stesso ad aiutare quelle che sono le funzioni della digestione poiché hanno una funzione sia diuretica che idratante.

Capperi, cosa ne pensano gli esperti: perché mangiarli

E ancora, sono ricchi di antiossidanti e antitumorali; al loro interno è presente la quercetina che è un potente antibatterico e cardio protettore. Vediamo molto più da vicino le proprietà.

Capperi, le giuste porzioni
Ciotola di capperi (Foto da Canva) -Inran.it

Ci siamo lasciati poc’anzi col dire che in 100 g sono contenuti molti nutrienti quali il calcio, il potassio e il magnesio. Riescono a rafforzare il sistema immunitario, nonché agire in maniera naturale come fossero un antiallergico. Mangiarli specialmente durante il cambio di stagione aiuta il fisico a combattere e a prevenire la stanchezza.

Al loro interno è contenuta la rutina che riesce a rinforzare non solo i capillari, ma a provare sollievo in casi di pesantezza delle gambe. La rutina aiuta anche l’insorgere del colesterolo e tutti i sali naturali presenti nei capperi riescono a prevenire le fastidiose allergie di stagione. In che modo posso consumarli?

Senza alcun dubbio i migliori sono quelli che si trovano in Sicilia, ma non sempre è possibile acquistare proprio quelli. Si ricorda che è molto importante liberarli da tutto il sale in eccesso che serve per la conservazione: sarà sufficiente metterli a bagno per circa 20 minuti. Mentre per quanto riguarda la conservazione, dopo aver aperto il barattolo basterà semplicemente riporlo in frigo.

L'importanza di mangiare i capperi
Cucchiaio capperi (Foto da Canva) -Inran.it

Tutti possono mangiare i capperi? In larga scala la risposta è sì, ma occorre fare delle precisazioni. Per coloro i quali soffrono di ulcera gastroduodenale, sarà sconsigliato di mangiare i capperi sotto aceto. Mentre per chi soffre di ipertensione, donne in gravidanza hai problemi renali, da evitare quelli sotto sale.

Impostazioni privacy