Avevo la cappa piena di aloni e di unto, dopo questo trattamento a costo zero sembrava nuova: prova e dimenticherai i comuni detersivi

Con questo trattamento a costo zero la tua cappa tornerà come nuova senza l’uso dei comuni detersivi, dirai addio ad aloni e macchie unte.

Persona pulisce cappa
Avevo la cappa piena di aloni e di unto, dopo questo trattamento a costo zero sembrava nuova: prova e dimenticherai i comuni detersivi (Inran.it)

La cappa è uno strumento che si utilizza spesso in cucina durante la preparazione di moltissimi alimenti ed è importantissimo tenerla pulita. Spesso non si presta la giusta attenzione alla pulizia di questo apparecchio, ma è fondamentale che venga pulito con la dovuta frequenza, non solo all’esterno ma anche all’interno, per avere un’ottima igiene. Inoltre è bene precisare che trascurare questo passaggio può essere anche pericoloso, infatti lo sporco e il grasso che si depositano all’interno possono incendiarsi.

Esistono due diverse tipologie di questo apparecchio, quelle aspiranti e quelle filtranti. Le seconde hanno un filtro a carboni attivi in grado di purificare nell’ambiente l’aria viziata. In questo caso è sufficiente pulire la parte esterna e cambiare un paio di volte all’anno il filtro. Quelle aspiranti invece aspirano le sostanze grasse e l’aria piena di odori per poi gettarle all’esterno. Sono dotate di metallici filtri antigrasso che necessitano di essere lavati.

Come utilizzare al meglio la cappa, pulirla adeguatamente è fondamentale

Persona pulisce cappa della cucina
Cappa piena di aloni e di unto, dimentica i comuni detersivi (Inran.it)

Moltissime persone commettono l’errore di azionare la cappa solo dopo aver iniziato a cucinare, il corretto utilizzo però è un altro. Questa infatti deve essere azionata prima di utilizzare i fornelli affinché si crei un flusso d’aria in grado di aspirare fumi e vapori. Durante la preparazione di semplici piatti come ad esempio sughi e pasta è sufficiente usare una velocità bassa, se invece si cucinano più cose contemporaneamente o le cotture sono lunghe è più opportuno azionare una velocità più alta per una maggiore efficacia.

La cappa si trova a contatto con gli alimenti che vengono cucinati e poi mangiati, proprio per questo motivo a livello igienico è importante pulirla in modo adeguato. Per impedire la formazione di batteri e germi, la diffusione di cattivi odori e per garantire un’ottima efficacia dell’apparecchio è fondamentale rimuovere lo sporco che si accumula durante la cottura dei cibi.

Come pulire la cappa e qual è la giusta frequenza per mantenerla sempre pulita e funzionante

Se in casa hai una cappa aspirante devi sapere che i filtri che si trovano al suo interno devono essere puliti ogni due mesi circa, anche tre se non la utilizzi molto. I filtri antigrasso metallici si trovano all’interno di un telaio sotto la cappa, per pulirli devi rimuoverli e lavarli accuratamente.

Per una pulizia efficace puoi metterli in lavastoviglie oppure puoi lavarli a mano con acqua calda e sapone. Nel caso in cui risultino particolarmente incrostati prima di provare a rimuovere lo sporco lasciali in ammollo per un’oretta in acqua bollente e bicarbonato, sarà decisamente più semplice poi scrostarli. Per rimuovere la polvere e lo sporco che si crea con i vapori è necessario pulire anche la parte esterna della cappa. Come? È sufficiente utilizzare un panno morbido o una spugna e un sapone neutro, dopo il risciacquo asciuga la superficie accuratamente per evitare che si creino fastidiosi aloni.

Impostazioni privacy