Amoxina, l’antibiotico generico che cura diverse patologie

    ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:45
    0
    162

    Tra questi ricordiamo le vie respiratorie, le infezioni otorinolaringoiatriche e quelle allo stomaco. E anche le infezioni del tratto urogenitale, quelle enteriche e delle vie biliari.

    Si può utilizzare questo medicinale anche per cura di infezioni della cute che hanno colpito i tessuti molli, e per le infezioni a seguito di un intervento chirurgico.

    Precauzioni d’uso

    Precauzioni d'uso per Amoxina

    A seguito della somministrazione di questo farmaco si sono riscontrare reazioni di ipersensibilità che hanno determinato la comparsa di anafilassi.

    Tale disturbo si è manifestato con la somministrazione delle penicilline per uso parentale ed in casi rari anche in seguito ad impiego orale.

    La comparsa di reazioni avverse così gravi è più facile che si manifesti nei soggetti che hanno mostrato in precedenza ipersensibilità verso allergeni multipli. Inoltre sono comparse in associazione anche con asma, febbre da fieno ed orticaria.

    È molto probabile che insorgano reazioni allergiche con la penicillina G, con altre semi-sintetiche e con l’impiego di cefalosporine.

    Dunque, prima di intraprendere una cura farmacologica con questo medicinale, è importante rivolgersi dal proprio medico ed eseguire una anamnesi accurata.

    In caso di reazioni allergiche si deve tempestivamente interrompere la somministrazione e sotto la supervisione medica deve essere istituita una terapia idonea contro la reazione comparsa.

    Se si è manifestata anafilassi ad esempio verranno somministrate i farmaci a base di corticosteroidi, o gli antistaminici, oppure un trattamento immediato di adrenalina.

    L’impiego prolungato di penicilline può determinare la formazione di germi non sensibili o di infezioni da funghi.

    In tal caso è molto importante adoperare delle misure terapeutiche adeguate sempre sotto lo stretto controllo medico.

    Se soffrite di insufficienza renale la posologia deve essere in funzione della creatinina o della clearance della creatinina.

    Per i trattamenti prolungati e con dosi massicce è consigliabile eseguire dei controlli periodici delle funzionalità del fegato e renali.

    Nelle donne nel periodo della gestazione e durante l’allattamento al seno, il medicinale deve essere somministrato solo ed esclusivamente in casi di effettiva necessità sotto il controllo medico.

    In queste particolari condizioni è importante tener presente del passaggio transplacentare nel latte materno.

    Dosaggio

    Dosaggio Amoxina

    I dosaggi corretti del farmaco in forma di sospensione granulata nei bambini sono qui sotto elencati.

    • Fino a 2 anni: 125 mg di prodotto pari a 2,5 ml di sciroppo da somministrare ogni 8 ore
    • Da 2 a 10 anni: 150 ml di prodotto pari a 5 ml di sciroppo da somministrare ogni 8 ore

    In casi gravi questo quantitativo potrebbe essere aumentato in base al giudizio del medico.

    Bambini con peso corporeo al di sotto dei 40 chilogrammi:

    • La dose giornaliera è pari a 40/90 mg/kg/die divisa in due o tre dosi in base alle indicazioni mediche ed alla gravità della patologia e della sensibilità del patogeno.

    I dati forniti dalla farmacodinamica e farmacocinetica indicano che un dosaggio somministrato 3 volte al giorno, aumenta l’efficacia. Quindi il dosaggio somministrato pari a 2 volte al giorno è raccomandato solo quando il dosaggio supera il range normale.

    Per i bambini che hanno un peso corporeo maggiore a 40 chilogrammi, il dosaggio ideale è lo stesso che viene raccomandato alle persone adulte.

    Raccomandazioni utili sul dosaggio

    1. Tonsillite: il dosaggio raccomandato è pari a 50mg/Kg/die in due dosi divise
    2. Otite media acuta: nelle zone dovevi è una incidenza elevata di pneumococchi con sensibilità ridotta alla penicilline, il dosaggio adeguato viene stabilito dalle disposizioni nazionali del posto.
    3. Eritema migrante isolato, ovvero Malattia di Lyme: il dosaggio consigliato è pari a 50mg/Kg/die in tre dosi suddivise per oltre 21 giorni.
    4. Profilassi in presenza di endocardite: il dosaggio consigliato è pari a 50 mg di farmaco per ogni chilogrammo di peso corporeo, da somministrare in un unica dose un’ora prima dell’intervento chirurgico.