Ansiolitici naturali: 10 rimedi antipanico di origine naturale

416
Ansiolitici naturali

Ovviamente solo alcuni stati d’ansia si prestano al ricorso agli ansiolitici naturali, dipende dalla natura dello stato d’ansia e/o attacco di panico, ma quando è possibile, gli ansiolitici naturali alleviano la sintomatologia degli episodi più acuti o la diradano in lassi di tempo più ampi.

Diversi da caso a caso e dopo un consulto medico

Gli ansiolitici naturali da assumere sono diversi a seconda del soggetto cui vanno somministrati e possono dipendere anche da eventuali terapie farmacologiche già in atto. Sarà, quindi, un medico a consigliarci. Se questo sarà il vostro caso, ecco, di seguito, una piccola carrellata di questi ansiolitici naturali che potrebbero fare al caso vostro.

10 possibilità di rimediare all’ansia in modo naturale

Gli ansiolitici naturali: 10 possibilità di rimediare all’ansia in modo naturale

  • Passiflora

    Si utilizza la passiflora in erboristeria per preparare alcuni rimedi di origine naturale agli stati ansiosi, agli accessi di angoscia ed anche all’insonnia. Si utilizzano della pianta le zone aeree, in particolare i fiori e le foglie. L’effetto è rapido e ci si rilassa, con un effetto sedativo a carico del sistema nervoso centrale. I preparati sono sotto forma di infusi e si utilizzano 2 cucchiaini della pianta essiccata. Si consigliano massimo 2 tazze nelle 24 ore.
  • Rescue Remedy

    Il Rescue Remedy è generalmente considerato uno dei più diffusi rimedi naturali contro l’ansia, e fu ideato dal Dr. Bach. Funziona sulla base dell’azione congiunta di 5 fiori di Bach, e, nel dettaglio, Star of Bethlehem, Cherry Plum, Rock Rose, Impatiens e Clematis. Lo si consiglia come rimedio immediato per attacchi di panico e/o d’ansia. Se si vuole controllare lo stress le dosi saranno piccole, in casi di attacco di panico acuto si possono aumentare le dosi.
  • Respirazione yogica

    Essa permette di dare relax al corpo ed anche alla mente, di regolarizzare il respiro e di mettere distanza tra se ed i pensieri negativi, se siamo sotto attacchi di panico, ma anche in caso di semplice stress o ansia. La sua azione pervade innanzitutto la zona delle clavicole, toracica ed addominale, aree in cui più frequentemente si addensano le tensioni giornaliere. La si pratica da seduti o sdraiati e consiste in respiri profondi, concentrandosi nelle tre zone sopra nominate, per poi spostare la concentrazione fino alla punta delle dita delle mani. Almeno 5 respiri profondi per sessione.
  • Aromaterapia

    L’aromaterapia è una pratica efficace contro gli stress. Qualche goccia di olii essenziali, di quelli con effetto calmante e rilassante (sandalo, lavanda e geranio), aggiunta ad olii vegetali-base (come quello di mandorle), il tutto utilizzato per massaggiare il collo e le spalle.
  • Tiglio e camomilla

    Oltre alla passiflora, la camomilla ed il tiglio rappresentano due tra le piante officinali dagli effetti estremamente rilassanti. L’estratto essiccato può essere utilizzato per preparare la tisana che verrà assunta prima del sonno notturno, per preservarlo dalle ansie e dalle angosce. Per una tazza occorreranno un cucchiaino di tiglio ed uno di camomilla, ovviamente essiccati.
  • Valeriana

    E’ consigliabile utilizzarla solo nei casi di insonnia o di lievi ansie. In erboristeria la si trova sotto forma d’estratto essiccato per preparare una tisana, ma anche di estratti liquidi o in capsula. Da NON associare con alcolici e prodotti farmacologici del tipo antistaminico o antidepressivo. Chiedete sempre consiglio all’erborista!
  • Alimentazione

    Alcuni cibi hanno la caratteristica di peggiorare stati d’ansia ed agitazioni, come le bevande che contengono caffeina (il caffè, ma anche il the, alcune bevande commerciali, ecc.) e gli alcolici. Sostituiamole con acqua semplice o tisane rilassanti. Anche diete con carenza di vitamina B, E, magnesio e calcio possono contribuire a peggiorare stati d’ansia.
  • Pensiero positivo

    E’ un rimedio “estremamente naturale”! Abituiamo la nostra mente a porre distanza tra se e le emozioni negative, magari derivanti da nuove situazioni, familiari, affettive o lavorative. Creiamo piccoli slogan “positivi” da ripetere spesso nella giornata per affrontare situazioni di questo tipo. Ecco una piccola carrellata di frasi positive: “ce la farò ad ottenere quel posto”, “gli parlo in modo fermo e deciso e vedrai che mi darà ragione”, “vado li, gli spiego la situazione, e vedrai se non me lo concede”.
  • Iperico

    E’ consigliabile quando le ansie o il panico si accompagnano a stati depressivi, in quanto oltre all’azione sedativa, ne compie anche una antidepressiva. Agisce anch’esso sul sistema nervoso centrale favorendo l’incremento della produzione della melatonina, agevolando, quindi, il sonno regolandone i ritmi con la veglia.
  • Biancospino 

    Sono note le sue proprietà calmanti, che si concentrano in particolar modo sul cuore. Agisce infatti non solo sull’ansia, ma anche sulla frequenza del battito cardiaco, attenuando le palpitazioni. Viene annoverato tra i rimedi naturali più efficienti contro gli stati d’ansia, gli attacchi di panico e, come visto, le palpitazioni, sintomo “fisico” dello stato d’agitazione. E’ bene che l’assunzione ed il relativo dosaggio siano decisi da un esperto.