Argotone 0-12, un efficace rimedio per il raffreddore del bambino

1315
Argotone

 Argotone 0-12 in gocce nasali o spray nasale è un rimedio utile nel trattamento dei sintomi associati agli stati infiammatori da raffreddamento (anche di origine batterica) delle cavità nasali.

Cos’è Argotone 0-12

Argotone 0-12 è un dispositivo medico a base di argento colloidale e carbossi-metil-betaglucano. I principi attivi di Argotone 0-12 favoriscono la fluidificazione e l’espulsione delle secrezioni nasali dei neonati e dei bambini, favorendo in questo modo una normale respirazione e ventilazione tubarica.

Argotone 0-12 è specificamente indicato per i bambini, essendo la versione pediatrica di Argotone, dal quale si differenzia per la mancanza di Efedrina, controindicata al di sotto dei 12 anni di età. Da notare inoltre che Argotone 0-12 non macchia.

Come funziona Argotone 0-12

Essendo un dispositivo medico, all’interno di Argotone 0-12 non sono presenti principi attivi con una chiara indicazione di decongestione nasale ma sostanze che modificano la consistenza del muco e ne favoriscono l’espulsione. Il carbossi-metil-betaglucano, insieme all’argento colloidale, sono i due ingredienti attivi di Argotone 0-12 ed agiscono in concomitanza per alleviare la sintomatologia della rinite e della congestione nasale, liberando in tal modo le vie respiratorie.

  • Il Carbossi-metil-betaglucano in soluzione viscosa ha un effetto lubrificante che aiuta l’espulsione delle secrezioni nasali e stimola inoltre l’immunità naturale

  • L’argento colloidale, noto anche come argento proteinato o argento vitellinato, è un composto a cui sono state riconosciute proprietà antisettiche ed antinfiammatorie.

Come e quando è opportuno utilizzare Argotone 0-12

Argotone 0-12 è disponibile in due diversi formati: gocce nasali, indicate soprattutto per i neonati e spray nasale, più indicato per i bambini più grandi. Argotone 0-12 è indicato per il raffreddore con una sintomatologia di secrezioni nasali, afflizione piuttosto comune per i bambini, specialmente nel periodo invernale. Una volta scelta la forma più adeguata del farmaco, consultato anche il parere del proprio pediatra, esso va preparato togliendo il cappuccio protettivo, avendo cura di non contaminare la soluzione.

La raccomandazione è di instillare 2-3 gocce per narice, ripetendo l’operazione 3-4 volte al giorno e non superando i 7 giorni consecutivi di trattamento. Interrompere immediatamente il trattamento in caso di chiara ipersensibilità ad uno o più dei componenti della formulazione. Anche se non sono state segnalate reazioni avverse, nel caso dovessero manifestarsi è importante consultare immediatamente il medico.

All’utilizzo di Argotone 0-12, specialmente per i pazienti più piccoli, è bene affiancare altre terapie come ad esempio la detersione quotidiana con soluzione fisiologica o ipertonica, che aiuta ad eliminare i patogeni che possono annidarsi nella cavità nasale, oppure l’aerosol con la stessa, dietro raccomandazione del pediatra. La soluzione non va ingerita o iniettata ed è necessario evitare il contatto con gli occhi.

Argento proteinato – un prezioso alleato per la salute del bambino

Al di là dei medicinali – Il raffreddore nel bambino, cause e rimedi

L’argento proteinato o argento vitellinato è un preparato a base di argento, al quale sono attribuite proprietà antisettiche ed antinfiammatorie e che proprio per questo viene adoperato spesso in caso di raffreddori ed otiti. Questo principio attivo è costituito da molecole di natura organica e ioni di argento ed ha una azione batteriostatica per lo più dovuta all’effetto pro-ossidante, tale da bloccare inizialmente la replicazione e poi impedire la sopravvivenza stessa dei microrganismi.

L’effetto decongestionante, seppur clinicamente visibile, non è del tutto chiaro anche se un’ipotesi è che favorisca la precipitazione delle proteine dell’essudato sierico. Argotone 0-12 contiene una soluzione di argento proteinato ad una concentrazione sufficientemente bassa da essere sicura anche per il neonato.

Al di là dei medicinali – Il raffreddore nel bambino, cause e rimedi

Il raffreddore è il nome generico di un’infezione alle vie respiratorie alte che può essere causata da svariati virus, per lo più appartenenti alla famiglia dei rinovirus, che causa naso chiuso, starnuti, tosse, mal di gola ed in taluni casi anche febbre.

In generale, tenere il naso pulito ed attendere che il raffreddore passi da se è una cura efficace per lo stesso. I bambini, tuttavia, sono soggetti, a causa del loro ridotto bagaglio di anticorpi, a svariati episodi di raffreddore, in media fino a 8 l’anno, in particolar modo durante la stagione invernale, quando freddo, sbalzi di temperatura ed ambienti chiusi facilitano l’ingresso di germi ed il contagio. Quasi inevitabilmente, questo sfocia nel classico “naso chiuso”, sintomo cardine dell’infiammazione delle mucose nasali. Il rimedio più efficace è quindi proprio la pulizia di tali mucose.

Per i bambini, che fino ad una certa età respirano soltanto attraverso il naso, averlo intasato può comportare un notevole fastidio, specie considerato che non sono in grado di liberarlo soffiandoselo come gli adulti. Come già raccomandato, quindi, una delle soluzioni più semplici è fare frequenti lavaggi nasali con soluzioni fisiologiche o ipertoniche. Per i bambini più piccoli i momenti più indicati sono prima della poppata e della nanna. Può essere utile, oltre al lavaggio classico, anche l’aerosol sempre effettuato con soluzione fisiologica. In tutti questi casi, Argotone 0-12 rappresenta un valido aiuto per liberare il naso del bambino dalle secrezioni nasali e favorire così una pronta guarigione.