Cibi alcalini: eccone dieci da mangiare tutti i giorni

83
Cibi alcalini

I sostenitori dei cibi alcalini sostengono, a buona ragione, che i cibi con cui attualmente ci alimentiamo tutti i giorni, essendo per lo più cibi confezionati che hanno subito vari processi non propriamente “naturali”, sortiscono sul nostro organismo un effetto acidificante che è una porta aperta al rischio di disturbi di tipo infiammatorio e di malattie tumorali.

Secondo questi fautori della dieta alcalina è un toccasana di questi tempi assimilare cibi che riequilibrino il ph naturale del corpo umano e cioè che combattano con la propria alcalinità la tendenza all’acidificazione dovuta ad un’alimentazione di tipo industriale.

Cibi alcalini: comunque un’alimentazione salutare

Questa tesi non è sostenuta da tutti gli esperti e, anzi, annovera diversi ricercatori che esprimono dubbi sulla sua veridicità, però nessuno può affermare che, utile o non utile la loro alcalinità, i cibi alcalini consigliati sono tutti alimenti salutari (provengono tutti dal mondo dell’alimentazione vegetale) e le loro qualità salutari sono state ampiamente confermate da molte ricerche scientifiche.

Di conseguenza, siate o non siate fautori della dieta alcalina, vi consigliamo di inserire nella vostra dieta anche questi cibi alcalini se non per la loro proprietà di contrastare l’acidità degli altri alimenti, almeno semplicemente perché sono tutti vegetali estremamente salutari.

Radici e tuberi

Cibi alcalini: radici e tuberi

Un buon effetto alcalinizzante lo posseggono i ravanelli, le carote, le rape e le barbabietole. Tra gli altri effetti benefici ricordiamo anche che sono ricchi di fibre e sali minerali, contribuendo, pertanto, ad un buono stato di salute generale del corpo umano. Cotte o crude, se cotte preferibilmente bollite o al vapore e, se vi piace condirle, sempre con olio extravergine d’oliva.

Le crucifere

La famiglia che comprende broccoli e cavoli va sotto il nome di crucifere: ebbene, si tratta di una famiglia di vegetali che procura al nostro organismo effetti estremamente benefici. A parte le doti di cibi alcalini, i cavoli ed i broccoli contribuiscono a rinforzare il sistema immunitario, a migliorare i progessi legati alla digestione e ultimamente sono state riconosciute loro anche delle proprietà benefiche nella prevenzione delle malattie tumorali. Se sono di stagione li si può mangiare anche tutti i giorni, le varietà sono tante, ne ricordiamo alcune: cavoli verdi e neri, cavolfiori, broccoli, ecc.

I vegetali a foglie verdiCibi alcalini: vegetali a foglie verdi

Le verdure a foglie verdi rientrano tra i cibi più salutari che esistano e sarebbe cosa buona ingerirne tutti i giorni sia crudi che cotti al vapore, e sfruttandone le caratteristiche stagionali, anche tutto l’anno alternandone le varietà. Ricordiamo qui le bietole e gli spinaci, ideali per il mantenimento del corretto ph corporeo, ma anche per il loro contenuto in sali minerali, fibre e vitamine così importanti per il benessere di tutti i giorni dei corpo umano.

L’aglio

Tantissimi sono gli effetti benefici dell’aglio, esso è a buona ragione inserito tra i cibi più salutari in circolazione. Oltre agli effetti alcalinizzanti, esso possiede una enorme carica antibatterica, aiuta a tenere il cuore e l’apparato cardiocircolatorio in buona salute e costituisce un grande ausilio per il sistema immunitario. Inoltre è famoso per le qualità antinfiammatorie, è un ottimo antiossidante ed aiuta l’organismo a depurarsi. E’ un “superalimento” a tutti gli effetti ed ha altri due vantaggi: costa poco e si trova sempre.

Il limone

Sicuramente apparirà anomalo inserire il limone tra i cibi alcalini, essendo noto a tutti il suo ph acido (contiene notevoli quantità di acido citrico). Ma noi parliamo di effetto alcalinizzante e, il limone, una volta ingerito (a maggior ragione se insieme ad un po’ d’acqua), a digiuno e di prima mattina, l’effetto alcalinizzante lo possiede. Oltre a ciò esso è d’aiuto al nostro sistema immunitario, aiuta il fegato a depurarsi, coadiuva i processi digestivi ed è un ausilio nella perdita di peso. Già a prima mattina da una buona sferzata di energia.

Il cetrioloCibi alcalini: il cetriolo

Rientra tra gli ortaggi più alcalinizzanti e contiene acqua per quasi il novantacinque percento del proprio peso. E’ un cibo prettamente estivo ed aiuta la reidratazione dei corpi disidratati per lunghe esposizione al sole, quindi provati da abbondanti sudorazioni.  E’ ricco di elementi antiossidanti, sali minerali e vitamine. Possono essere ingeriti anche crudi nelle insalate, ma ottimi sono anche i succhi, insieme a frutti o altri ortaggi.

Il sedano

Alla pari dei cetrioli anche il sedano è un cibo idratante grazie al proprio contenuto in acqua, e, anche se spesso lo vediamo cucinato in soffritti e zuppe, perché ci aiuti con i suoi effetti benefici sarebbe meglio consumarlo crudo nei pinzimoni o, eventualmente, inserito in centrifugati o succhi. Ricco di vitamina C, non dimentichiamo che è un diuretico naturale e molto ipocalorico, quindi consigliatissimo anche per perdere peso.

Il tempo delle… mele!Cibi alcalini: le mele

Come quasi tutta la frutta anche la mela è sensibilmente alcalinizzante e in più è una grande risorsa di fibre (idali per una buona salute dell’intestino) ed anche di sali minerali, vitamine ed altri nutrienti utilissimi per la buona salute del nostro organismo. Sarebbe preferibile ingerirle complete della buccia perché quest’ultima è la parte veramente ricchissima in nutrienti, ma in questo caso è fondamentale che provengano da colture biologiche.

L’avocadocibi alcalini

E’ un vero e proprio regalo che la natura ci ha fatto: questo frutto possiede delle caratteristiche benefiche importantissime. E’ ricco di grassi, però sono tutti grassi cosiddetti “buoni” (possiede anche i famosi Omega3) e, se assunto con buon senso, non facilita l’aumento del peso. Invece è ricchissimo in vitamine, sali minerali ed antiossidanti. E’, ovviamente, compreso tra i cibi alcalini.

L’uva

Tra i frutti dai grandi effetti alcalinizzanti non si deve dimenticare l’uva. Quando ne mangiamo i suoi grappoli stiamo regalando al nostro organismo tanta acqua, tante vitamine, tanti sali minerali e tanti antiossidanti (ricordate, ad esempio, il resveratrolo?). La cura dell’uva (un’alimentazione a base di succhi d’uva o con uva mangiata direttamente, da proseguire per uno/due/tre giorni), oltre a riequilibrare il ph del nostro organismo, aiuta a depurarci e disintossicarci.