Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Colpo di frusta: le terapie da adottare

Spesso questo problema si manifesta a causa di un trauma dovuto ad incidente stradale, specie in casi di tamponamento violento. Quando il mezzo di trasporto viene tamponato da un’altra vettura che si trova dietro, il conducente subisce una forte spinta in avanti, mentre la testa tende a restare nella posizione in cui si trovava prima, subendo una forte pressione che la spinge a sua volta verso il poggiatesta del sedile automobilistico, soffrendo in questa maniera un danno causato da iperestensione. Successivamente a quanto appena citato, la testa tende in avanti in maniera molto veloce rispetto al corpo, subendo un danno da iperflessione.

In caso l’autovettura fosse sprovvista di poggia testa, o si fosse posizionati nella maniera scorretta, il guidatore potrebbe subire danni iperestensivi di grave entità, mentre in essenza di airbag i danni maggiori saranno di iperflessione, perché la testa non sarà bloccata durante l’impatto, ma andrà a sbattere in maniera molto violenta contro il volante.

Anche determinati sport possono essere la causa del colpo di frusta, oppure a causa di incidenti di natura diversa a quella dell’incidente automobilistico. In generale il colpo di frusta riguarda qualsiasi movimento comporti uno spostamento violento del capo, e quindi potrebbe incorrere anche in altri frangenti. Tra gli sport più a rischio del colpo di frusta, naturalmente ci si sono quelli motoristici, ma in alcuni casi, impatti violenti, potrebbero causare gli stessi danni se angolati in un determinato modo. È il caso del rugby, oppure di cadute sugli sci, o anche colpi ricevuti durante incontri di boxe.

Cure mediche per il colpo di frusta

Quando l’impatto della testa è laterale, perché viene spostata obliquamente, può causare danni molto gravi alle vertebre.

Cure mediche

In base alla gravità del problema, i trattamenti che i soggetti devono eseguire variano, anche se, quando si riscontrano deficit tendinei con carenza dei riflessi ed il calo delle forze sulla pressione, è già possibile stabilire il colpo di frusta, che coinvolge a sua volta gran parte dell’apparato nervoso.

Quando l’impatto è stato molto violento, la cosa più importante che la persona deve riferire al medico, è la dinamica dell’incidente, in maniera tale da eseguire successivamente una TAC per verificare la gravità delle lesioni riportate. Gran parte dei sintomi compaiono dopo alcune ore dall’impatto, quindi è consigliabile rivolgersi subito dal medico oppure al pronto soccorso, anche quando non è presente dolore.

Attraverso una dettagliata visita specialistica, il medico può stabilire l’entità del colpo di frusta e poi prescrivere la cura più adeguata.

La prima cosa che un paziente deve eseguire dopo il colpo di frusta è il riposo, un metodo di guarigione sempre efficace, dove il paziente non deve svolgere movimenti che riguardano il collo e la testa.Per questo motivo il medico prescrive l’applicazione di un collare al paziente, in maniera tale da poter facilitare il sostegno della testa e del tratto della cervicale, e prevenire movimenti bruschi che sollecitano uno sforzo da parte del collo. Tramite l’immobilità, l’infiammazione dovuta al colpo di frusta regredisce giorno dopo giorno, ed in maniera anche molto rapida se si vengono somministrati farmaci adeguati alla cura.

curare il colpo di frusta

Per curare il colpo di frusta il paziente deve assumere antidolorifici ed antinfiammatori, e nel caso il dolore possa interferire con il riposo della notte e causare ansia, sarà necessario anche una cura di farmaci tranquillanti oppure di sedativi. Nell’arco di dieci giorni la fase acuta termina, e l’utilizzo da parte del paziente di collare e farmaci viene sospeso, lasciando il posto ad un processo di riabilitazione, che prevede manipolazioni e terapie fisiche.

Consigli utili per la prevenzione

La prima cosa da fare è quella di regolare in maniera adeguata ed in base all’altezza del vostro capo, il poggiatesta della macchina, che deve essere posto al di sopra del cranio di 5 centimetri. Mentre state guidando, mantenere sempre una posizione dritta, appoggiando bene la schiena contro il sedile della vettura. Il busto e la testa devono essere allineati, per evitare in questa maniera iperestensione.

In caso di tamponamento per cattive condizioni climatiche, come la presenza di nebbia o forte pioggia, adottare le precauzioni che prevede il codice stradale, ovvero i fari antinebbia accesi o le quattro frecce ed evitare di frenare in maniera brusca. In caso di tamponamento e colpo di frusta, rivolgersi in maniera tempestiva al 118 e al pronto soccorso, per verificare la presenza o meno di lesioni che interessano i legamenti.

Praticare costantemente attività fisica, che oltre a far bene alla salute, mantiene forti i muscoli del corpo, proteggendo la zona della cervicale in caso di colpi di frusta.