Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Dieta anticolesterolo, quale alimentazione seguire

Il colesterolo è un composto organico presente nel nostro organismo, che svolge molte funzioni importanti. Ma se presente in dosi eccessive, può determinare l’insorgenza di patologie gravi; ecco il perché di una dieta anticolesterolo.

Proprio per questo, in presenza di valori alterati, è importanti riguardare la nostra alimentazione, ed eseguire una dieta anticolesterolo. Il colosterolo cattivo in eccesso presente nel nostro sangue, è infatti diretta conseguenza di un’alimentazione scorretta, figlia dei nostri tempi. Molti cibi industriali possono essere responsabili di questa presenza.

Funzioni del colesterolo

Il colesterolo svolge nel nostro organismo funzioni biologiche di rilevo, essenziali per la salute:

  • Costituisce un componente della membrana cellulare in grado di regolare permeabilità e fluidità.
  • È il precursore della vitamina D, degli ormoni steroidei sia maschili che femminili, ovvero testosterone, progesterone, estradiolo e cortisolo e dei sali biliari.

Nonostante il suo importante ruolo per il benessere fisico, quando le sue concentrazioni nel sangue superano la soglia della normalità, esso si trasforma in un potenziale nemico, in grado di favorire la comparsa di malattie importanti.

Il colesterolo alto può essere debellato solo conoscendolo a fondo, ed utilizzare i suoi valori per elaborare una corretta diagnosi e di conseguenza una adeguata cura farmacologica. Il primo passo da compiere è quello di seguire uno stile di vita sano, consumando alimenti sani che contengono pochi grassi.

La dieta anticolesterolo per eliminare i grassi, ma non tutti

dieta anticolesterolo per eliminare i grassi

Il consumo di grassi consentito non deve superare, il 35% del totale delle calorie che assumiamo. È molto importante il rapporto tra i grassi saturi e quelli insaturi. In uno stato di salute ottimale i grassi insaturi dovrebbero essere almeno il doppio. Proprio per questo la lotta contro il colesterolo inizia con la riduzione dei grassi saturi. Quindi occorre evitare:

  1. Frattaglie, carne rossa, insaccati, parti grasse del maiale, agnello e gallina
  2. Formaggi grassi, panna, strutto
  3. Brioche, merendine che sono ricchi di grassi saturi
  4. Limitare il consumo di uova, non più di due la settimana e di burro
  5. Consumare regolarmente omega3 ed omega6, perché favoriscono la diminuzione del colesterolo, abbassando anche i trigliceridi
  6. Consumare pesce azzurro, ovvero alici, sgombro, pesce spada, salmone, merluzzo, trota e sardine
  7. Condire solo con olio di oliva extravergine, perché secondo alcune ricerche esso sarebbe in grado di indurre un lieve incremento del colesterolo buono, ovvero HDL
  8. Consumare olio di girasole, di lino, di colza, noci e cereali
  9. Aumentare il consumo di vegetali e di fagioli, legumi e ceci
  10. Via libera alle verdure, che posseggono micronutrienti come le vitamine, i sali minerali ed oligoelementi oltre ad avere un buon quantitativo di fibre
  11. Cereali integrali, perché ricchi di fibre in grado di riassorbire il colesterolo attraverso l’intestino
  12. Frutta da consumare ogni giorno scegliendo quella meno zuccherina

Zuccheri semplici

Zuccheri semplici

Anche gli zuccheri semplici oltre ai grassi sono molto dannosi in presenza di colesterolo alto. L’alimentazione adeguata in presenza di colesterolemia prevede come abbiamo descritto precedentemente carboidrati complessi e integrali ricchi di fibre.

Ma gli zuccheri semplici non sono presenti, ovvero dolci in generale e bibite. Una volta ingerite una quantità elevata, il nostro organismo non riesce ad usufruirne completamente, e quindi li immagazzina. Questi si trasformano così in grassi sotto forma di trigliceridi che si vanno poi a depositare sul nostro corpo, dando origine all’adipe.

Per questo è opportuno diminuire le dosi di zucchero che vengono consigliate ad esempio nelle preparazione di alcuni piatti, oppure eliminarlo completamente. Le bibite sono bandite, mentre il consumo di caffè e di tè è consentito solo con poco zucchero. I dolci sono consentiti solo nelle occasioni.

La frutta va benissimo invece, perché è meno zuccherina e ricchissima di fibre e di vitamine importanti. Sono ideali i seguenti frutti:

  1. Melone
  2. Anguria
  3. Fragole
  4. Mirtilli
  5. Lamponi
  6. Albicocche
  7. Pesche
  8. Limoni
  9. Noci

Raramente si possono consumare cachi, fichi, uva e banane. Come abbiamo visto l’alimentazione svolge un ruolo importante per la nostra salute, in grado di ristabilire i valori alterati del colesterolo.

Prima di seguire una dieta anticolesterolo fai da te, vi consigliamo di rivolgervi al vostro medico di base. Esso dopo un’accurata visita medica vi prescriverà la cura più adeguata.

Inoltre saprà indicarvi quali cibi sono i più indicati per il colesterolo. A volte infatti, supponiamo che alcuni alimenti siano leggeri e salutari, ma erroneamente. Tra questi ad esempio abbiamo indicato sopra quei tre frutti. Essi sono comunque benefici, ma per altre proprietà.

Le banane ad esempo, sono consigliate in caso di carenza di potassio, ma non vanno mai mangiate in grandi quantità. Una banana al giorno è più che sufficiente.

Per questo, gli eccessi di qualsiasi alimento, vanno sempre evitati, anche dei cibi più indicati come benefici per la salute. Fate sempre attenzione alle quantità di qualsiasi cibo, per qualsiasi motivo.