Engystol è un preparato omeopatico che intende ridurre significativamente la durata e la gravità dei sintomi durante un’infezione virale acuta e di contribuire a proteggere dalle infezioni successive.

Può essere utilizzato sia per la prevenzione che per il trattamento delle infezioni virali. Gli ingredienti di Engystol stimolano infatti il sistema di difesa non specifico (immunomodulatore). Questo rimedio omeopatico è adatto e sicuro per l’uso da parte di tutta la famiglia.

Gli ingredienti medicinali di Engystol sono: Zolfo D4 37,5; Zolfo D10; Vincetoxicum hirundinaria D6 75; Vincetoxicum hirundinaria D10; Vincetoxicum hirundinaria D30.

Cosa sapere prima dell’assunzione

Ricordiamo che è bene non assumere Engystol se si ha ipersensibilità a qualsiasi componente del prodotto. Segnaliamo altresì che questo prodotto contiene lattosio e che se dunque si ha un’intolleranza ad alcuni zuccheri, è bene consultare il proprio medico prima di assumere questo composto.

Non sono note interazioni di Engystol con cibi e bevande. È invece opportuno contattare il proprio medico con attenzione prima di assumere Engystol in gravidanza e in allattamento

Infine, segnaliamo che Engystol non influisce sulla concentrazione e nessun effetto negativo sulla guida e sull’uso di macchinari.

come assumere Engystol

credit: stock.adobe.com

Se non siete sicuri su come assumere Engystol, domandate sempre preventivamente al proprio medico o al farmacista.

Per adulti e bambini oltre i 6 anni di età la dose è generalmente pari a 3 volte nella misura di 1 compressa al giorno. Le compresse tenute in bocca per dissoluzione. L’ingestione della compressa non comporta comunque conseguenze dannose!

Per quanto riguarda l’uso nei bambini, nei neonati e nei bimbi fino all’età 3 anni, si ipotizza mezza compressa 3 volte al giorno. La compressa potrà essere schiacciata e applicata all’interno della guancia. Per i bambini da 3 a 6 anni, la dose è 1 compressa 3 volte al giorno

Se ci si dimentica di prendere Engystol, è opportuno non prendere una dose doppia per compensare una dose dimenticata, e continuare invece sullo schema specificato .

Conservazione

Non sono previste condizioni speciali di conservazione di questo medicinale. Il prodotto deve essere conservato in un luogo lontano dalla vista e dalla portata dei bambini.

La durata di conservazione è pari a 5 anni. Non utilizzare dopo la data di scadenza indicata sulla confezione. I medicinali non devono essere smaltiti attraverso le acque reflue o i rifiuti domestici.

L’azione di questi elementi dovrebbe poter donare al fruitore di questo prodotto omeopatico una rinnovata salute fisica e mentale,  rafforzando le difese del sistema immunitario, regalando maggiore energia e reintegrando i sali minerali che possono essere perduti nelle fasi di particolare caldo o di esercizio fisico intenso.

Ricordiamo inoltre che trattandosi di un farmaco omeopatico il prodotto non ha controindicazioni o effetti collaterali.

Infine, condividiamo il fatto che sebbene Engystol sia un farmaco omeopatico, è comunque necessario non superare mai le dosi indicate. In alcuni casi, su indicazione del farmacista o dell’omeopata, potrebbe essere opportuno una dose maggiore, ma si tratta comunque di una misura eccezionale che dovrebbe essere posta in essere per periodi di tempo molto limitati.

Bibliografia

Revisione scientifica a cura della Dr.ssa Roberta Gammella. Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. E’ registrata all’Ordine Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e Provincia