Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Esercizi per i fianchi: NO maniglie dell’amore, SI fisico tonico

La denominazione “maniglie dell’amore” è stata inventata da chi non riusciva a eliminare questo cruccio per alleggerirsi dell’idea di avere questo inestetismo. Pochi semplici esercizi per i fianchi possono aiutare a disfarsi delle maniglie dell’amore.

La denominazione “maniglie dell’amore” è stata inventata da chi non riusciva a eliminare questo cruccio per alleggerirsi dell’idea di avere questo inestetismo. Questi cuscinetti di grasso che strabordano dai jeans non piacciono in realtà a nessuno. Pochi semplici esercizi per i fianchi possono aiutare a disfarsi delle maniglie dell’amore.

Esercizi per i fianchi

Le maniglie dell’amore

Le maniglie dell’amore sono sostanzialmente la continuazione laterale della pancia adiposa. Molti uomini e donne, soprattutto, ne sono afflitti e vorrebbero eliminarle ma temono sia uno sforzo troppo grande. La verità è che non è così. Certo, la forza di volontà è tutto, ma sono sufficienti pochi accorgimenti alimentari per perdere un po’ di peso e un allenamento fisico adeguato, più che intenso, costante.

L’ideale, è ovvio, sarebbe smaltire i cuscinetti adiposi sui fianchi e perdere la pancia per una linea invidiabile, tuttavia non necessariamente tutti si pongono un obiettivo così sostanzioso. C’è chi infatti, senza molte pretese, si accontenta di tenersi la sua pancetta ma le maniglie dell’amore proprio non le digerisce: in effetti spesso e volentieri esse sono ben più invadenti. È sufficiente pensare che lasciando le magliette all’ombelico alle teen la pancetta si copre, mentre nel piegarsi in avanti nulla si può fare per i cuscinetti che strabordano dai pantaloni, salvo indossare tuniche lunghe. Negli uomini in particolare, la pancetta è anche accettata, ma le maniglie dell’amore non si possono proprio vedere poiché sono una caratteristica nella maggior parte dei casi piuttosto femminile.

Per ridurre ed eliminare il grasso depositato sui fianchi è opportuno innanzitutto regolare l’alimentazione, perché l’adipe è molle e questo non si può cambiare, riducendolo il fianco risulterà più sodo e gli esercizi per i fianchi acquistano quindi senso.

Esercizi per i fianchi: le maniglie dell'amore

Esercizi per i fianchi

Gli esercizi per dimagrire i fianchi sono diversi, dipende dal tempo che avete a disposizione, dalla vostra elasticità e dal vostro livello di allenamento. L’importante è partire con gli esercizi base, con calma, per poi incrementare l’intensità degli stessi. Fondamentale è la costanza e la determinazione, meglio pochi esercizi ma ben fatti e con una certa periodicità che allenamenti intensi ma incostanti.

Esercizio 1: apertura 90° a terra

Distendetevi a terra su un fianco, con le gambe distese. La testa non va appoggiata a terra ma appoggiata sul braccio sotto. A questo punto alzate la gamba sopra fino a formare un angolo di 90 gradi fra le due gambe e tornare poi alla posizione iniziale. Eseguite questo esercizio spostando la gamba lentamente in particolare nella chiusura, toccate appena il punto basso e risollevate subito di nuovo la gamba. La punta del piede va tenuta dritta in avanti o verso l’interno. Eseguite l’esercizio per 3 serie da 20 ripetizioni, per ogni gamba.

Esercizi per i fianchi gambe a terra e apertura a 90 gradi

Esercizio 2: Affondi

L’esercizio inizia stando eretti in piedi. Fare con una gamba un lungo passo in avanti, scendendo con il sedere e il busto verso il basso, fino a che la gamba davanti è piegata al ginocchio a 90°. Tornare alla posizione di partenza e fare lo stesso avanzando con l’altra gamba. Per questo esercizio è necessario avere un po’ di equilibrio, se avete difficoltà all’inizio potete farlo vicino ad un sostegno, come il muro, o la sedia, cos’ da aggrapparvi se perdete l’equilibrio. Il busto e la testa vanno sempre tenuti dritti e in avanti, le mani possono riunirsi nel momento del passo sopra al ginocchio davanti, così da favorire l’equilibrio. Arrivati nel punto più basso contate 3 secondi e risalite, il tutto è bene eseguirlo sempre con calma.

Esercizio 3: sollevamento bacino

Sdraiatevi su un fianco, con le gambe distese e il busto dritto. Appoggiatevi sul gomito e tenete sollevata da terra la parte alta del busto (spalle, testa). Facendo leva sui piedi, appoggiati con il lato, sollevate il bacino e poi riscendete. Sfiorate solamente il pavimento, senza riappoggiarvi e tornate a salire. Ripetete l’esercizio per 10 volte, ripetendo le serie per il lato opposto.

Esercizi per i fianchi: il sollevamento del bacino

Esercizio 4: alzate laterali

Mettetevi a terra a quattro zampe, appoggiandovi con i gomiti e le ginocchia. Alzate la gamba verso l’alto, lateralmente, mantenendo a 90° l’angolo del ginocchio. Fate questo esercizio per 3 serie con 15 ripetizioni per ogni gamba.

 

Esercizio 5: piegamenti laterali

State dritti in piedi, con il viso rivolto in avanti. Mettete una mano sul fianco e piegatevi lateralmente verso il lato opposto, cercando di toccare con la mano il corrispondente ginocchio. Restate sempre con il busto interamente rivolto in avanti ed eseguite l’esercizio lentamente, per non contrarre gli addominali. Ripetete l’esercizio per 4 serie, facendo 20 ripetizioni, per ogni lato.