Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Gravidanza isterica: cos’è e quali sono i sintomi

Conosciuta anche come falsa gravidanza o pseudociesi. In pratica la donna inizia a percepire tutti i sintomi della gravidanza, partendo dalla scomparsa delle mestruazioni fino alla sensazione del movimento fetale. Nonostante questo, nel ventre in realtà non sta crescendo un bambino. La donna scopre di avere la gravidanza isterica solo dopo aver fatto un test di gravidanza oppure l’ecografia.

Per quale motivo si presenta la gravidanza isterica?

La gravidanza isterica è collegata al fattore psicologico. Alcuni anni fa le donne potevano credere anche per diversi mesi di attendere un bambino, perché i sintomi erano quelli di una normale gestazione. Oggi per fortuna basta un semplice test di gravidanza o per maggiore sicurezza l’analisi del sangue, per smascherare i sintomi.

Alcune donne però vivono anche alcune settimane sotto la convinzione che effettivamente stanno attendendo un bambino. Perché accade?

A livello fisiologico è colpa del cambiamento ormonale. Tuttavia è il cervello a inviare alcuni impulsi, e lo fa di solito perché la donna desidera tanto avere un figlio ma, o non può averlo per problemi d’infertilità, oppure una situazione difficile (problemi con il partner, a livello famigliare o lavorativo).

Ecco che il forte desiderio di maternità, ma l’impossibilità dall’altra parte, può causare la gravidanza isterica.

Come comportarsi

Come comportarsi

La prima cosa da fare quando si scopre di soffrire di una gravidanza isterica, è correre dal proprio ginecologo e segnalare la cosa. Alla base vi è un forte disagio che non va trascurato. Alcune donne arrivano addirittura a soffrirne una volta al mese, cioè ad ogni ciclo. Chi è vicino alla persona deve in ogni modo cercare di aiutarla, arrivano al principio del problema stesso.

Dopo aver fatto la scoperta quindi, attraverso un semplice test di gravidanza, è necessario guardarsi dentro. Ma questo spesso non basta perché è una cosa che va molto in profondità. La donna deve richiedere un intervento di tipo psicologico.

Alla base del disagio alcune volte vi è non tanto il desiderio personale di sperimentare la maternità, quando piuttosto la pressione sociale. Inutile negarlo ma, viviamo ancora oggi nell’idea che la donna per realizzarsi deve diventare madre, una scelta non più voluta, ma obbligata perché passaggio fondamentale della vita. La donna quindi che non desidera essere madre ma sente la pressione esterna in modo davvero forte, può sperimentare ugualmente la finta gravidanza.

I sintomi della gravidanza isterica

I sintomi fondamentalmente sono uguali a quelli di una normale gravidanza. Ecco che la donna inizia a soffrire di nausea, avverte i primi dolori al seno e in alcuni casi lo vede crescere. In situazioni limite, può iniziare anche a produrre il latte. Il primo campanello d’allarme è l’assenza del ciclo mestruale e il gonfiore addominale. I liquidi iniziano a comparire nelle gambe e ci sono casi in cui la donna, questo quando per tante settimane crede di essere incinta, percepisce i movimenti del feto.

Accade anche agli animali?

Per concludere vogliamo, anche per un discorso di completezza, indicare che non capita solo alle donne ma anche al cane di vivere la gravidanza immaginaria. Sono due le differenze più importanti. Solo 1 ogni 22.000 gravidanze umane risaluta essere “isterica”. Nei cani femmina, la percentuale è di 6 ogni 10 (solo quando non è sterilizzato). La seconda differenza è che nel cane non vi è la componente emotiva. In questo caso si tratta solo di ormoni.  Come si riconosce la gravidanza isterica nel cane? Inizia ad essere nervosa, mangia meno, cerca di creare un posto comodo per i suoi cuccioli, cercando carta, coperte e qualsiasi altra cosa di caldo e confortevole. Possono seguire anche nausea e vomito, gonfiore addominale e la produzione di latte.  Quando nella cagna la gravidanza isterica si presenta puntualmente ad ogni ciclo, la sterilizzazione è consigliabile. Soprattutto perché il rischio alla lunga è di tumore alle mammelle.

Le cause in questo caso sono legate principalmente a un fattore fisiologico e alcune volte sociale, nel senso che in natura il cane femmina dovrebbe restare incinta (sicuramente montata dai maschi della sua razza), e perciò gli ormoni del cane “di casa” si potrebbero comportare come se ciò fosse avvenuto.