Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Gravidanza senza sintomi: come è possibile?

I segnali tipici di una gravidanza li conosciamo tutti: nausee mattutine, stanchezza insolita, dolori al seno, ecc. in alcuni casi, però, tutto questo non succede e scopriamo di essere incinta solo quando le analisi ci mettono di fronte a un risultato positivo o quando cominciano a scorgersi i primi segni.

Ma come è possibile?

Dobbiamo sapere che ogni donna risponde in modo diverso alla gravidanza. Non c’è una sola persona che sperimenta le stesse emozioni e gli stessi sintomi quando si trova in dolce attesa. Alcune possono sperimentare tutti i segnali, altre ancora soffrirne di un paio, altre ancora nessuno. Insomma, perché dobbiamo considerare che sia normale la sensazione di nausea nei primi tre mesi della gravidanza?

Gravidanza senza sintomi, ma davvero?

In realtà è piuttosto normale che una donna non mostri alcun sintomo nelle prime settimane o mesi. Infatti, il segnale più comune è una sensazione di maggiore stanchezza e alcune donne stacanoviste non se ne rendono neanche conto in quanto ci sono abituate.

Ora, i casi sono due:

  • manca la sicurezza della gravidanza

questo caso si verifica con la presenza di due condizioni, un test di gravidanza positivo ma non ancora convalidato dalle analisi del sangue e le due settimane di attesa post ovulazione (ritardo mestruale). L’opzione migliore consiste nel continuare ad aspettare e prendersi cura di sé fino a quando lo stato di gravidanza verrà confermato. Non preoccupiamoci, non ci vorrà molto tempo!

  • gravidanza confermata

in tal caso sì, siamo incinta. Ma è una gravidanza senza sintomi. Quindi? Dobbiamo pensare che molto spesso i segnali vengono scambiati come condizioni normali che possono capitare nella quotidianità. Un tipico esempio ne è una maggiore appetenza, nausea e una stanchezza cronica che potrebbe essere scambiata per un periodo di stress.

Non bisogna, quindi, dimenticare di fare tutti i controlli del caso e di seguire con attenzione l’evoluzione della gravidanza. Ciò garantirà l’assoluta certezza che il nostro bambino si stia sviluppando in maniera corretta.

A ogni modo, il piccolo farà presto sentire la sua presenza con i suoi tipici movimenti e un bel pancione.

La sindrome dell’ovaio policistico

La sindrome dell’ovaio policistico

È una delle cause più comuni per cui si presenta una gravidanza senza sintomi. Sono molte, infatti, le donne con l’ovaio policistico che non sviluppano i sintomi o ne hanno in quantità minore. Alcune notato occasionalmente le nausee mattutine e dolori al seno, ma non nella stessa alta intensità con la quale ne soffrono invece la maggior parte delle future mamme.

Non preoccupiamoci, questo non significa che ci saranno problemi né per la salute del bambino che portiamo in grembo né tanto meno per la nostra. È però importante che il medico sappia di questa condizione in modo che possa aggiungere il tuo stato all’interno della tua cartella, accompagnata dal regolo ostetrico.

Segnali di un aborto spontaneo

Sì, è raro ma succede. Nel caso si sperimentino i sintomi di una gravidanza nelle prime settimane ma successivamente questi scompaiono, potrebbe indicare che si sia verificato un aborto spontaneo. Cosa fare? Contattare immediatamente il medico nel caso in cui i segnali scompaiano all’improvviso.

Altri sintomi più visibili sono un intenso dolore addominale, contrazioni costanti ed emorragia. Tuttavia, alcune donne non se ne rendono conto perché un’interruzione spontanea di gravidanza, special modo all’inizio, non sempre comporta i segnali sopracitati.

Per evitare problemi di ogni sorta, consigliamo di monitorare e tenere sotto controllo la gravidanza senza sintomi, in modo da vivere la dolce attesa come deve essere: un periodo di gioia, serenità e trepidante attesa per l’arrivo di un nuovo membro all’interno della famiglia.