Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Liquore alla menta: la ricetta più classica

Il liquore alla menta è una proposta sfiziosa da offrire ai vostri commensali dopo un pasto o anche solo come degustazione. Esso è infatti fresco e gustoso, dopo i pasti ha anche funzione digestiva. Assaggiare un liquore fatto in casa è sempre apprezzato da tutti perché solitamente la qualità è più alta che quella dei prodotti da supermercato.

Preparazione del liquore alla menta

Ecco gli ingredienti che ti devi procurare per fare il liquore alla menta a casa tua. Il quantitativo è pensato per fare un litro di bevanda, se ne vuoi di più aumenta in proporzione i quantitativi.

  • 500 ml di alcool alimentare a 95°
  • 500 ml di acqua
  • 400 g di zucchero
  • 40 foglie di menta fresca

Il procedimento, in sé non è affatto lungo, ma fare il liquore richiede anticipo poiché bisogna attendere prima 3 giorni e poi un mese prima di consumarlo.

Procedura

Preparazione del liquore alla menta

In un contenitore di vetro, o una brocca, mettete le foglie di menta con l’alcol a 95°. L’ideale è sminuzzarle con le mani in quel momento. Mescolate bene e ricoprite con una pellicola, se il contenitore ha un coperchio a chiusura ermetica potete agitarlo una volta chiuso. A questo punto mettete il contenitore a riposare al fresco, lontano da fonti di calore e dalla luce diretta. Ogni tanto, minimo una volta al dì curatevi di dargli una mescolata.

Una volta trascorsi 3 giorni fate uno sciroppo con acqua e zucchero. Questo si fa in questo modo: in una pentola mettete l’acqua a bollire, una volta molto calda, aggiungete lo zucchero. Quando lo zucchero è completamente sciolto e la sostanza inizia ad avere un aspetto più denso. Alcuni all’acqua aggiungono anche mezzo limone.

A questo punto togliete la pentola dal fuoco, far raffreddare bene e aggiungetevi l’alcol con la menta. Il vostro liquore alla menta è praticamente pronto, basterà filtrarlo dalle foglie e imbottigliarlo, l’ideale sarebbe avere delle bottiglie in vetro opaco, per proteggerlo dalla luce. Il liquore alla menta sarà pronto dopo un mese.

Liquore alla menta, consigli nella preparazione

Per la preparazione del liquore alla menta è bene scegliere le foglioline più piccole e fare attenzione a lavarle bene prima di utilizzarle, facendole poi asciugare bene su uno straccio. Quando poi mescolate l’alcol con l’acqua e zucchero, fate attenzione che quest’ultima non sia ancora calda, perché il calore fa evaporare l’alcol e si rischia di rovinare il liquore alla menta.

La menta

La menta

La menta è un’erba aromatica che cresce in modo spontaneo e che ha un odore molto intenso e penetrante, come si può capire sminuzzando una foglia con le dita. È una pianta molto diffusa, sia in Europa che in Asia e in Africa, poiché ha la capacità di resistere bene a condizioni climatiche diverse, sia sotto il sole, che esposta a freddo intenso. Questa pianta viene anche coltivata poiché si tratta di una spezia ampiamente utilizzata in cucina, ove si usa anche secca, per preparare tisane, dolci e diverse preparazioni a base di carne, anche quelle particolari di agnello e anatra.

Questa pianta viene anche spesso usata in farmacia perché ha molte proprietà benefiche, in particolare per l’apparato digerente e quello respiratorio, nonché è utilissimo per alleviare il prurito che consegue le punture d’insetto.

La menta potete acquistarla al supermercato, dove la trovate di solito con il vasetto e la terra. Se ne avete in giardino potrete utilizzare quella. Le tipologie di pianta di menta sono diverse, quella del supermercato non è detto sia la medesima che avete in giardino o che potete trovare in natura, ad ogni modo va benissimo lo stesso. La più diffusa e usata è comunque la menta piperita.

Il liquore alla menta è un’idea carina perché si tratta di un’erba facilmente reperibile e a basso prezzo. Proprio per questo motivo, se fate il liquore a casa, vale la pena farne in abbondanza e utilizzarlo come idea regalo, magari dei commensali che avete a cena: in commercio, sempre a costo ridotto, ci sono delle bottigliette davvero carine. Oltretutto si tratta di un liquore che non si reperisce così facilmente, quindi sicuramente verrà apprezzato, tanto più che al giorno d’oggi si apprezzano molto più regali di questo tipo, utile, che altre cianfrusaglie.

Le foglioline che scegliete per fare il vostro liquore alla menta casereccio è bene siano verdi, piccoline e fresche, magari biologiche, poiché residui chimici derivanti da pesticidi e sostanze inquinanti finirebbero altresì nella vostra bevanda. Se vi procurate una piantina con radici, prediligete una raccolta mattutina e magari quando l’erba è in piena fioritura: in questo modo sarete certi di avere foglie dall’aroma particolarmente intensa.

Come abbinare e servire il liquore alla menta

Il liquore alla menta va servito fresco, di conseguenza o aggiungete un cubetto di ghiaccio al bicchiere, oppure per non annacquare la bevanda, mettete la bottiglia in frigo poco prima di gustarlo. In questo modo sarà a perfetta temperatura per assaporarne ancora meglio le note fresche.

Il liquore alla menta è perfetto consumato da solo oppure è ottimo per essere impiegato per la preparazione di dolci e dessert, o sul gelato, per dare una nota fresca. Questo liquore è anche un buonissimo ingrediente per cocktail di diverso tipo per renderli briosi. Fra questi i più noti sono il Machu Picchu, con pisco, granatina e succo d’arancia e il Green Fantasy, con rum bianco, Malibù, lime e zucchero. Attenzione, ricordate che è una sostanza alcolica, quindi in ogni caso non esagerate.