Lyseen, aiuta l’apparato muscolare e neurologico

301
Lyseen

Lyseen

Lyseen è un medicinale indicato per il trattamento delle contratture, o per disturbi muscolo-scheletrici o neurologici. Il prodotto contiene al suo interno il pridinolo mesilato, che agisce rilassando la muscolatura. Questo farmaco deve essere prescritto dal medico curante o dallo specialista.

Lyseen: quando non deve essere somministrato

Come tutti i farmaci, anche Lyseen non deve essere somministrato in determinate condizioni mediche che ora vedremo insieme:

1. Non somministrare il farmaco se si è allergici al pridinolo mesilato o ad uno o più eccipienti presenti nel farmaco.
2. Non somministrare il farmaco se si soffre di glaucoma ed aumento della pressione oculare
3. Non somministrare il farmaco se si ha una crescita del volume della prostata
4. Non somministrare il farmaco se si soffre di ritenzione urinaria
5. Non somministrare il farmaco in presenza di ostruzione intestinale
6. Non somministrare il farmaco se se si soffre di tachicardia
7. Non somministrare il farmaco in caso di gravidanza

Precauzioni per l’utilizzo

Prima di intraprendere una cura farmacologica con Lyseen, è importante consultare il proprio medico, oppure il farmacista di fiducia.

È importante prestare particolare attenzione:

1. Il primo giorno di somministrazione del farmaco
2. Se soffre di pressione bassa o se è un soggetto facilmente impressionabile, per questo, consigliamo di prendere la compressa a stomaco pieno
3. Se è un soggetto facilmente impressionabile che tende a soffrire di pressione bassa, consigliamo di stare a riposo in posizione orizzontale, dopo la somministrazione del farmaco mediante iniezione muscolare
4. Se soffre di una forma grave di insufficienza epatica o renale, perché il farmaco potrebbe essere più efficace che in altri soggetti.

La somministrazione del farmaco per endovena, viene praticata solo in casi molto gravi e dal proprio medico.

Lyseen: avvertenze

Gestazione ed allattamento

Se è in corso una gravidanza, oppure se state programmando una gravidanza, o se si sta allattando il neonato al seno, è importante chiedere consiglio al proprio medico, prima di somministrare Lyseen.

Non utilizzare tale farmaco durante il primo trimestre di gravidanza. Nei mesi seguenti, si può utilizzare il farmaco solo se è veramente necessario, tenendo sempre presente le indicazioni mediche.

Guida dei veicoli ed utilizzo di macchinari

La somministrazione del farmaco, causa, tendenzialmente, disturbi temporanei della vista. Proprio per questo, è importante prestare attenzione se si deve guidare veicoli o utilizzare macchinari sul posto di lavoro.

Lyseen compresse da 4 mg

Lyseen compresse da 4 mg contiene lattosio al suo interno. Se è stata accerta una intolleranza a questa sostanza oppure ad alcuni zuccheri, è importante non somministrare il farmaco.

Lyseen soluzione iniettabile da 2mg/ml

Questo formato di Lyseen, contiene al suo interno meno di 1 mmol di sodio per una dose, pari a 23 mg. Consigliamo di consultare il medico prima della somministrazione, anche se il quantitativo di tale sostanza è praticamente inesistente.

Lyseen: effetti indesiderati

Anche se non tutte le persone li manifestano, Lyseen proprio come gran parte dei farmaci, potrebbe determinare la comparsa di alcuni effetti indesiderati. Il farmaco nella maggior parte dei casi, è ben tollerato. Ora elencheremo gli effetti indesiderati che si manifestano raramente:

1. Sensazione di debolezza fisica
2. Secchezza della bocca

Tali disturbi, tendono a scomparire quando si diminuisce il dosaggio oppure si interrompe la somministrazione.

Con altri farmaci molto simili a Lyseen invece, sono stati evidenziati i seguenti disturbi:

1. Secchezza della bocca
2. Sete
3. Disturbi temporanei della vista
4. Secchezza della pelle ed arrossamento
5. Riduzione o aumento della frequenza cardiaca
6. Disturbi dell’apparato urinario
7. Stitichezza
8. Vomito
9. Giramenti di testa
10. Difficoltà nel camminare

Se a seguito della somministrazione del farmaco si manifestano uno o più dei disturbi di cui sopra, oppure se compaiono di nuovi non presenti nell’elenco, è importante rivolgersi tempestivamente al proprio medico curante. Si possono inoltre segnale i nuovi effetti indesiderati direttamente al Sistema Nazionale di Segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it responsabili. Grazie alla segnalazione, si contribuisce a fornire nuove informazioni sulla sicurezza dei farmaci in generale.