Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Nettacin collirio, come usarlo per contrastare le infezioni oculari

Che cos’è Nettacin collirio e come potete usarlo per poter contrastare le infezioni principali di cui gli occhi possono soffrire.

Nettacin collirio è un farmaco a base di Netilmicina rientrante nella categoria degli antibiotici aminoglicosidici, utilizzato per poter trattare per via topico le infezioni oculari esterne e annessi causate da germi sensibili alla Netilmicina.

Precauzioni sull’uso di Nettacin collirio

Precauzioni sull’uso di Nettacin collirio

Nettacin collirio deve essere utilizzato dietro condivisione con il proprio medico oculista. In ogni caso, non dovrà invece essere utilizzato nelle ipotesi di ipersensibilità verso il principio attivo del prodotto o verso altri aminoglicosidi, e degli altri componenti.

Complessivamente, rammentiamo come la fruizione di Nettacin collirio, così come avviene con tutti i farmaci per uso topico, specie se prolungato, può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. In queste ipotesi, bene interrompere il trattamento e consultare il medico per istituire una idonea terapia per ritrovare un pronto benessere e contrastare in altri modi l’infezione.

Per quanto concerne alcuni pazienti specifici, ricordiamo anche come nella primissima infanzia e in gravidanza il prodotto debba essere somministrato solamente nelle ipotesi di effettiva necessità, e sotto i monitoraggio e il controllo diretto del proprio medico. È inoltre sconsigliata l’assunzione durante l’allattamento: se pertanto siete incinta o state allattando, parlatene con ancora maggiore attenzione con il vostro medico curante.

Interazioni di Nettacin collirio

Al momento non sono state segnalate significative interazioni farmacologiche con l’uso del principio attivo di Nettacin collirio, la Netilmicina.

È comunque noto che la contemporanea somministrazione (anche topica) di altri antibiotici che sono potenzialmente nefrotossici ed ototossici possa accrescere il rischio di questi effetti collaterali e sgraditi. In particolare, da foglio informativo emerge come sia stato rilevato un aumento della nefrotossicità potenziale di alcuni aminoglicosidi a seguito della somministrazione susseguente o contemporanea di altre sostanze potenzialmente nefrotossiche, quali:

  • cisplatino,
  • polimixina B,
  • colistina,
  • viomicina,
  • streptomicina,
  • vancomicina,
  • altri aminoglicosidi ed alcune cefalosporine (cefaloridina),
  • diuretici potenti quali l’acido etacrinico e la furosemide.

Come intuibile, l’assunzione contemporanea di questi medicinali dovrebbe essere evitata. In vitro l’associazione di un aminoglicoside con un antibiotico betalattamico (penicilline o cefalosporine) può determinare una reciproca e significativa inattivazione.

Anche nelle ipotesi in cui un antibiotico aminoglicosidico ed uno penicillino-simile sono stati somministrati mediante due vie differenti, è stata riscontrata una riduzione dell’emivita o dei livelli plasmatici dell’aminoglicoside in pazienti con insufficienza renale ed in alcuni pazienti con funzionalità renale normale.

Come usare Nettacin collirio

Come usare Nettacin collirio

Nettacin collirio deve essere utilizzato nei modi e nei tempi previsti dal proprio medico curante. È in tal senso rilevante conoscere che l’utilizzo prolungato di antibiotici topici può favorire la crescita di microrganismi resistenti agli stessi antibiotici, rendendo così più difficile la cura dell’infezione.

Dunque, nel caso in cui, dopo un ragionevole periodo di tempo, non si ottenessero dei miglioramenti del quadro clinico o se si verificassero irritazioni o manifestazioni di ipersensibilità, è opportuno sospendere il trattamento e ricorrere alla consulenza del proprio medico.

Per quanto attiene i suoi usi, il collirio Nettacin va utilizzato come un normale collirio, instillando nel sacco congiuntivale una o due gocce di collirio 3 volte al giorno o secondo la prescrizione medica. Prima dell’uso, è fondamentale assicurarsi che il contenitore monodose sia intatto: l’eventuale residuo nel contenitore monodose non deve essere riutilizzato.

Effetti indesiderati di Nettacin collirio

Nettacin collirio, come ogni farmaco, potrebbe determinare (non comuni) effetti indesiderati. Tra i principali, rileviamo la determinazione di lievi e temporanee irritazioni oculari o fenomeni di ipersensibilità caratterizzati da edema, eruzioni orticarioidi e prurito.

Nel caso in cui il paziente dovesse notare tali effetti indesiderati (o altro), dovrebbe darne comunicazione al proprio medico.

Composizione di Nettacin collirio

Da foglietto illustrativo, 100 ml di Nettacin collirio contengono:

  • Principio attivo: Netilmicina solfato g 0,455 pari a Netilmicina g 0,300,
  • Eccipienti: Sodio cloruro – Benzalconio cloruro – Acqua purificata.