Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Orticaria colinergica, come riconoscerla e curarla

L’orticaria colinergica è una malattia molto frequente e diffusa, che probabilmente avrà interessato ben più di qualche nostro lettore o lettrice. Sperimentata prevalentemente nella giovane età (ma non è certamente escluso che possa riguardare anche i meno giovani), è una forma non grave di orticaria, indotta da un incremento della temperatura corporea. Per questo motivo, l’orticaria colinergica può sorgere al termine di un’attività fisica intensa (come una corsa) o magari dopo una bella doccia calda che innalza la temperatura del proprio corpo favorendo la formazione dei pomfi.

Cause dell’orticaria colinergica

Come abbiamo introdotto, numerose sono le cause dell’orticaria colinergica. Tra le principali possiamo certamente ricordare l’esercizio fisico, un bagno o una doccia calda, la sauna o la permanenza in luoghi riscaldati, un’emozione intensa, un’alimentazione a base di cibi piccanti e alcolici, la febbre e così via. Come risulta essere facilmente intuibile, non è detto che in tali condizioni si debba necessariamente sperimentare un’orticaria colinergica: alcune persone sono tuttavia più predisposte di altre nei confronti di tale condizione, riscontrandola con una maggiore frequenza.

Come riconoscere l’orticaria colinergica

Riconoscere l’orticaria colinergica dai pomfi è abbastanza semplice per un medico esperto. Tuttavia, per poter togliere ogni dubbio ed effettuare una diagnosi puntuale, occorrerà procedere al c.d. “test dello sforzo”, che può essere effettuato in un ambiente caldo per comprendere se si verifica o meno il rash cutaneo. Altri metodi per la diagnosi sono l’immersione di un bagno caldo, il test di permanenza in una cabina di puvaterapia, l’iniezione intradermica di agenti colinergici.

Cura

Giunti a questo punto, possiamo cercare di comprendere in che modo si possa curare l’orticaria colinergica, una malattia non grave ma, purtroppo, di difficile risoluzione nel breve termine. Tra i principali suggerimenti, vi è quello di evitare di utilizzare indumenti troppo caldi, indossando invece capi d’abbigliamento che favoriscono la traspirazione, per poter mantenere il corpo più fresco. Ancora, è possibile utilizzare degli appositi spray di raffreddamento, degli impacchi di ghiaccio o altri materiali per poter risolvere eventuali reazioni di “caldo” in arrivo. Meglio inoltre cercare di evitare l’uso di composti che possono peggiorare l’orticaria colinergica come l’aspirina o gli alcolici, e cercare di apportare delle modifiche alla dieta evitando dei cibi piccanti che possono affaticare il sistema digerente.

Infine, secondo alcuni esperti si potrebbe trovare un migliore sollievo abituando il nostro corpo a riconoscere l’orticaria: in questo modo l’organismo sarà abituato a riconoscere i sintomi e non provocherà più alcun rash. Con un regolare esercizio fisico si può attenuare il problema.