Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Pastiglie per dimagrire: funzionamento e rischi

Le pastiglie per dimagrire si caratterizzano per essere dei veri e propri farmaci che hanno come scopo finale quello di contrastare l’obesità e il sovrappeso. Ad ogni modo, ci sono tanti tipi di tali pastiglie in commercio e, di conseguenza, risulta più agevole suddividerle in due categorie. Le pastiglie dimagranti da banco e le pastiglie dimagranti su prescrizione del medico. La differenza sta nel fatto che la prima categoria di farmaci si può comprare senza avere alcun tipo di ricetta. Si tratta essenzialmente di prodotti che hanno un effetto lassativo e che riduce l’appetito. Nel secondo caso, si tratta di farmaci che devono essere necessariamente prescritti da un medico. In questa categoria troviamo anche le anfetamine e i suoi derivati. Si tratta di prodotti in grado di sicuramente di consentire il raggiungimento di ottimi risultati in breve tempo. Al tempo stesso, però, possono provocare degli effetti collaterali piuttosto dannosi per la salute del corpo umano. Dieta per perdere 10 kg? Ecco quale seguire.

Pastiglie per dimagrire funzionano?

Pastiglie per dimagrire funzionano?

L’obiettivo delle pastiglie per dimagrire è ovviamente quello di provare a perdere qualche chilo senza andare incontro a chissà quali rinunce. Le pastiglie per dimagrire in fretta, però, permettono certamente una riduzione di peso importante in poco tempo, ma al tempo stesso rappresenta anche un bel rischio per la salute di una persona. Cerchiamo di capire meglio come funzionano le pastiglie per dimagrire.

Pastiglie per dimagrire controindicazioni

Tantissime pastiglie per dimagrire che si possono acquistare in commercio si caratterizzano per non avere alcun effetto collaterale, ma semplicemente perché non funzionano. Ce ne sono altre che, al contrario, funzionano, ma possono nascondere dei seri pericoli per la salute della persona a cui vengono somministrate. Spesso, dopo aver finito la terapia con tali pastiglie, gran parte dei chili che sono stati persi vengono riacquistati: in questo modo si provoca un vortice senza fine, che porta i pazienti ad assumere queste pillole di continuo e per una durata eccessiva, incrementando notevolmente i rischi per l’organismo.

Pastiglie per dimagrire effetti collaterali

Tra i vari effetti collaterali delle pastiglie per dimagrire troviamo senza ombra di dubbio l’assuefazione, dei disturbi che vanno a colpire l’intestino e possono anche essere particolarmente gravi. Addome gonfio, sonnolenza e vertigini sono tra gli altri sintomi più diffusi, senza dimenticare anche le vertigini, la pressione bassa, una lacuna nei Sali minerali all’interno del corpo e delle problematiche a livello dei muscoli. Inoltre, spesso, tante tipologie di pillole per perdere peso possono causare cefalea e tachicardia. Chi esagera con le pastiglie dimagranti può rischiare anche di morire, soprattutto per via del fatto che alcune di queste avevano al loro interno metanfetamine. Dimagrire senza sacrifici e sforzi non è possibile.

Pastiglie per dimagrire come funzionano

Le pastiglie per dimagrire agiscono in maniera differente in base al farmaco che è stato comprato. Tra le principali funzioni c’è quella di agire sul metabolismo. Infatti, le pillole per dimagrire vanno a svolgere la loro azione sul metabolismo, aumentando la temperatura del corpo oppure agendo direttamente sulla tiroide, innalzandone l’attività, in maniera tale che venga prodotto un quantitativo maggiore di ormoni. L’aumento del metabolismo significa, in sostanza, più calorie bruciare e una perdita di chili più evidenti. Le pastiglie per dimagrire vanno ad agire anche contro grassi e zuccheri, portando l’organismo ad usarle in maggiori quantità. Un altro obiettivo di questa tipologia di farmaci è sicuramente la sazietà, visto che tali pillole dimagranti sono in grado di diminuire il senso di fame e aumentare, al tempo stesso, quello di sazietà.

Pastiglie naturali alternativa a quelle dimagranti

Pastiglie naturali alternativa a quelle dimagranti

Tra le soluzioni in alternativa alle pastiglie per dimagrire troviamo sicuramente le pillole naturali. Questi integratori naturali hanno dalla loro parte il vantaggio di non provocare alcun tipo di effetto collaterale. O, nel caso, le complicanze possono essere davvero molto lievi. Tra le varie pillole naturali presenti sul mercato, le pastiglie Silvetes sono quelle più diffuse. Si tratta di compresse dietetiche che sono formate a dei principi attivi molto potenti ed esclusivamente derivanti dalla natura. Tra pepe di Cayenna, bacche di acai e guaranà, le pillole naturali di Silvetes sono un ottimo integratore naturale per eliminare il grasso in eccesso. Tra le azioni più importanti che riescono a svolgere, troviamo sicuramente quella di andare a ridurre notevolmente il senso di fame, ma anche rendere più rapido il metabolismo e donare maggiore energia al corpo umano.