Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Polipo endometriale: cause, sintomi e trattamento

Si tratta di un’escrescenza a forma di fungo del rivestimento dell’endometrio dell’utero. Conosciuti meglio come polipi uterini, misurano spesso meno di un centimetro di diametro, ma alcuni possono raggiungere le dimensioni di una pallina da golf.

Un polipo endometriale è solitamente di formazione benigna, non si diffonde e non danneggia i tessuti circostanti. Infatti, le probabilità di contrarre un cancro endometriale a partire dai polipi uterini sono appena dell’uno per cento.

I polipi rimangono contenuti all’interno dell’utero, ma a volte possono scivolare verso il basso attraverso l’apertura dello stesso nella vagina, la cervice. Inoltre, un polipo endometriale che si sviluppa vicino alle tube di Falloppio può ostacolare l’apertura dei tubi, ciò può portare notevoli difficoltà in una donna nel rimanere incinta.

Parliamo di una condizione che si verifica più comunemente nelle donne tra i 40 e i 50 anni. Sono, infatti, rari prima della menopausa, anche se il rischio aumenta con l’avanzare dell’età. Tuttavia, poiché spesso il polipo endometriale non comporta sintomi, può essere molto difficile capire di esserne colpite.

Le cause del polipo endometriale

Non è ancora noto il motivo per cui alcune donne sviluppano i polipi uterini. Si pensa, però, che possa essere influenzato dal flusso di ormoni estrogeni. Durante il ciclo mestruale sano, gli estrogeni favoriscono la crescita del rivestimento uterino. Nel caso fossero troppi o l’endometrio reagisce in modo troppo forte, può nascere il polipo endometriale.

Inoltre, chi soffre di pressione alta e obesità ha una percentuale maggiore di sviluppare il polipo. Anche i farmaci per la cura del cancro al seno sono uno dei possibili fattori di rischio.

I sintomi

Come accennato nei paragrafi precedenti, i polipi endometriali di solito non presentano alcun sintomo. La prima volta che puoi accorgerti della loro presenza è durante un esame pelvico di normale controllo.

Il polipo endometriale, però, può sfregare contro i tessuti circostanti dell’utero, irritandoli e causando una perdita di sangue. Ciò significa che siamo in presenza di questo tipo di polipo se:

  • vediamo del sangue prima e dopo il ciclo mestruale
  • siamo in presenza di cicli mestruale non regolare in termini di durata e di flusso
  • vediamo perdite di sangue dopo la menopausa.

Inoltre, più grandi e numerosi sono i politi e più possono interferire con l’embrione, aumentando il rischio di aborto spontaneo.

Il trattamento

Un polipo endometriale di piccole dimensioni non richiede alcun tipo di trattamento. A volte, però, il ginecologo può consigliarne la rimozione per prevenire un cancro ed eliminare ogni dubbio per quanto riguarda la tua fertilità. La chirurgia è l’unica soluzione per rimuoverli.

L’intervento non è però invasivo. Il chirurgo utilizzerà un tubo sottile con una fotocamera che permette di osservare il grembo materno a partire dalla vagina. A quel punto rimuoverà il polipo endometriale che sarà poi inviato in laboratorio per ulteriori esami. Si tratta di un’operazione che viene svolta anche in ambulatorio, senza alcun rischio.

In conclusione, sapere di avere al tuo interno dei polipi uterini può spaventarti, soprattutto se ti senti pronta ad affrontare una gravidanza. Ma devi sapere che nella maggior parte dei casi, parliamo di una condizione benigna e il rischio di non concepire è dovuto al fatto che i polipi potrebbero interferire con il ciclo mestruale. Nulla di così spaventoso che non si possa risolvere, non credi?

Ora poi con le tecnologie moderne il tuo medico può effettuare la procedura di rimozione del polipo endometriale in day-hospital. Non è necessario il ricovero in ospedale e in poche ore sarai libera di tornare a casa e di riposare. La tua vita tornerà normale e tu potrai tentare con più serenità l’arrivo di un nuovo membro in famiglia.