Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Scotoma scintillante: sintomi, cause e rimedi

Lo scotoma scintillante si caratterizza per essere un disturbo che va a colpire la vista, legato nella maggior parte dei casi all’emicrania. Per il momento non si conoscono ancora alla perfezione le cause, ma nella maggior parte dei casi viene provocato da degli spasmi circolatori che si verificano all’interno del centro visivo.

Scotoma scintillante sintomi

Nella maggior parte dei casi lo scotoma inizia con l’insorgere di un macchia scura di dimensioni particolarmente ridotta, che compare esattamente davanti agli occhi. Da questa piccolina macchiolina cominciano a svilupparsi delle strisce ondulate che sono al tempo stesso scintillanti e anche decisamente colorate. Queste manifestazioni, in gran parte delle occasioni, si verificano insieme a tanti altri sintomi molto fastidiosi. Ad esempio, il paziente potrebbe soffrire anche di mal di testa, stanchezza complessiva, vertigine, nausea e vomito.

Scotoma scintillante durata

Questa macchiolina scura che compare davanti agli occhi e poi viene subito seguita da diverse strisce scintillanti e colorate hanno una frequenza piuttosto variabile, mentre la durata è legata al caso concreto, ma generalmente non supera i 15 minuti.

Scotoma scintillante cause

La principale causa che va a provocare lo scotoma scintillante è sicuramente l’emicrania, ma ci sono delle situazioni particolari in cui tali manifestazioni possono insorgere frequentemente. Ad esempio, dopo aver svolto un lavoro, mentale piuttosto che fisico, particolarmente pesante e duro, potrebbero insorgere queste problematiche alla vista, così come potrebbero essere legate ad un affaticamento della vista. Nella maggior parte dei casi, però, non hanno una valenza così grave come si potrebbe pensare. Nel caso in cui, però, tale sintomo sia associato anche a paralisi e diversi sintomi cerebrali piuttosto preoccupanti, allora il paziente deve essere subito ricoverato.

Scotoma scintillante senza emicrania

Lo scotoma scintillante si caratterizza per comparire spesso solo in un emicampo, all’interno di entrambi gli occhi. L’emicrania insorge una volta che finisce l’aura e la sua durata può essere compresa tra 4 e 72 ore. Ci sono diverse persone, però, che accusano i sintomi dell’aura, ma poi questa non viene seguita da alcun tipo di mal di testa. In questi casi si suole parlare di aura emicranica che non viene seguita da alcun tipo di cefalea.

Scotoma scintillante rimedi

Nel caso in cui l’organismo dovesse aver subito dei danni permanenti, allora non c’è una terapia che possa sconfiggere del tutto gli scotomi. Va anche detto che un percorso di riabilitazione potrebbe rappresentare un’ottima soluzione quanto meno per provare a recuperare una po’ della vista. Si possono anche sfruttare tutta una serie di rimedi che provano a contrastare i problemi alla radice dell’insorgere dello scotoma scintillante. Tante altre volte il medico, al contrario, può decidere di prescrivere al paziente una cura a base di farmaci anticoagulanti oppure trombolitici.

Scotoma scintillante alimenti da evitare

Ci sono diverse cibi che possano facilmente portare alla cefalea oftalmica, di cui lo scotoma scintillante è uno dei principali sintomi che vengono avvertiti dal paziente. Diverse molecole che si trovano all’interno di determinati alimenti possono provocare un vero e proprio attacco di emicrania, con tanto di scotoma scintillante associato. Queste molecole corrispondono essenzialmente al glutammato monosodico, ai nitriti, al lattosio, all’aspartame e alla feniletilamina. Ecco spiegato il motivo per cui tutti i soggetti che sono soliti soffrire di questi disturbi dovrebbero cercare di evitare il consumo di latticini, cioccolato, uova, frutta secca, uova, formaggi stagionati e minestre di dado, senza dimenticare come si debba presta attenzione a non esagerare anche i frutti di mare, crostacei, carne in scatola, mais, mele, banane, cipolle, pomodori e derivati dal frumento. Particolare attenzione deve essere posta anche nei confronti dei dolcificanti dietetici e delle bevande che vengono definite light. Le crisi di emicrania e, tante volte di conseguenza anche lo scotoma scintillante, possono essere provocate proprio dai cibi che si mangiano. Quindi, per un miglioramento della vita di tutti i giorni, è meglio capire bene quali siano gli alimenti che possano causare tali disturbi ed eliminarli dalla propria alimentazione.

Scotoma scintillante terapia

Il trattamento principale prevede di garantire al corpo del paziente delle condizioni migliori, combattendo soprattutto il senso di affaticamento e la stanchezza dell’occhio. In ogni caso, si tratta nella maggior parte dei casi di rimedi che vengono suggeriti per l’emicrania. È necessario rivolgersi al medico nel caso in cui gli scotomi siano piuttosto resistenti e appaiano sempre nella medesima parte del corpo, in associazione ad altri disturbi come mal di testa, vomito senza nausea, problemi nel linguaggio, paralisi momentanee. Gli scotomi, in alcuni casi, potrebbero anche rappresentare il primo sintomo di una patologia neurologica.