Scottature solari, come proteggersi e quali sono le conseguenze

Quando si parla di scottatura solare, si vuole indicare il risultato di una esposizione prolungata e senza alcuna protezione ai raggi solari. L’esposizione eccessiva provoca le scottature specialmente nelle persone con una pelle molto chiara e delicata, oppure quando questa non è stata protetta adeguatamente. Essa si manifesta con arrossamento localizzato, bruciore e prurito.

Cause

La causa principale della scottatura solare o dell’eritema solare, è l’esposizione troppo prolungata alla luce del sole, senza una adeguata protezione del derma. È importante sottolineare che una pelle molto chiara e quindi anche particolarmente delicata, è la più soggetta a scottature. Chi ha una pelle molto chiara ed i capelli chiari, se vuole abbronzarsi, deve prestare attenzione.

Le scottature solari compaiono a seguito di una esposizione ai raggi ultravioletti, lunga. Se la nostra pelle non viene adeguatamente protetta, questa può arrossarsi e determinare la comparsa di bruciore persistente, prurito, dolore ed in casi molto gravi anche gonfiore ed eritema, che si manifesta con la comparsa di vescicole acquose e successiva desquamazione della pelle.

Dovete tenere presente che le scottature possono manifestarsi anche solo dopo 30 minuti di esposizione alla luce solare, specialmente in caso di sole molto forte e di una pelle delicata e priva di protezione. Per questo raccomandiamo la massima cautela nell’esposizione solare.

Le principali cause delle scottature solari sono le seguenti:

  1. Esposizione prolungata ai raggi ultravioletti
  2. Azione dei raggi ultravioletti
  3. Pelle delicata
  4. Pelle chiara
  5. Pelle priva di protezione

I sintomi

La sintomatologia che compare a seguito di una scottatura solare è molto semplice da riconoscere, perché quando compare si è perfettamente consapevoli, di aver trascorso troppe ore sotto la luce del sole e di non averla protetta in maniera adeguata. Ora elencheremo i sintomi più comuni che si manifestano dopo una esposizione prolungata:

  • Arrossamento prolungato
  • Prurito
  • Bruciore
  • Pelle molto calda al tatto
  • Febbre
  • Brividi
  • Nausea
  • Capogiri
  • Desquamazione della pelle
  • Comparsa di bolle e pustole

Se dopo aver trascorso molte ore al sole compaiono questi sintomi, molto probabilmente avete una scottatura solare di diversa entità. Se questa è molto estesa ed ha determinato la comparsa di febbre elevata, specialmente nei bambini, vi consigliamo di rivolgervi al vostro medico di fiducia, oppure al primo soccorso più vicino.

Conseguenze e rischi

rischi delle scottature solari
credit: stock.adobe.com/BillionPhotos.com

Purtroppo molto spesso le scottature solari vengono sottovalutate, e con esse anche i rischi che si possono manifestare, specialmente se siamo soggetti di frequente a tale problema, perché la scottatura solare ripetuta non fa di certo bene alla nostra pelle. Una delle conseguenze delle scottature solari più gravi è il tumore della pelle, con particolare riferimento per il melanoma. Ora elencheremo i peggiori rischi e conseguenze delle scottature solari da non sottovalutare:

  • Invecchiamento precoce della pelle
  • Formazione di rughe sulla pelle
  • Perdita di elasticità della pelle
  • Tumore della pelle
  • Danni al DNA
  • Melanoma

Alimenti che proteggono la nostra pelle

Come sappiamo la protezione della nostra pelle da eventuali effetti negativi dell’esposizione prolungata alla luce solare, passa prima dall’alimentazione. Proprio per questo motivo è molto importante saper scegliere con cura cosa mangiare per prepararci all’esposizione dei raggi ultravioletti. Ora elencheremo quali sono gli alimenti in grado di proteggere la nostra pelle:

Approfondimenti e bibliografia

Revisione scientifica a cura della Dr.ssa Roberta Gammella. Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. E’ registrata all’Ordine Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e Provincia