Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Seggiolino da tavolo: Le caratteristiche da non sottovalutare!

Prima o poi tutti i genitori devono pensare all’acquisto del seggiolone o del seggiolino da tavolo. Vostro figlio all’inizio non ne avrà bisogno e passerà la maggior parte del tempo in collo, ad essere allattato, nella culla per dormire oppure nella sdraietta ma, arriverà il momento in cui si siederà comodo nel suo seggiolone per mangiare.

Il seggiolino ed il seggiolone permettono al bambino di sedersi al tavolo con i grandi, vedere cosa mangiano e magari, iniziare proprio lo svezzamento. Di solito inizierà ad esservi utile quando il bambino raggiungerà i sei mesi di vita. Da una parte abbiamo il classico seggiolone, che è corredato da un comodo vassoio lavabile, di solito asportabile. Fate attenzione a questo particolare perché è molto importante. Un vassoio che si lava male è poco igienico, considerando che il bebè amerà giocare con ciò che è riservato alle pappe e tutto o quasi andrà a finire su questo comodo accessorio.

Il seggiolino invece non lo ha, perché il vassoio diventa la vostra tavola! Per alcuni genitori può essere un pregio, per altri un difetto. Sta a voi decidere in base a quelle che sono le vostre esigenze.

Le caratteristiche di un buon seggiolino da tavolo

Le caratteristiche di un buon seggiolino da tavolo

Sono tanti gli aspetti da tenere in considerazione quando si acquista un seggiolino da tavolo. Primo tra tutti la sicurezza. Vostro figlio non deve rischiare di cadere e deve anche essere tenuto ben saldo con tutti gli strumenti appositamente pensati.

Il seggiolino è una buona scelta alternativa al seggiolone. Prima di tutto è meno ingombrante e questo è un punto a favore non indifferente per chi ad esempio ha poco spazio a disposizione. Inoltre è decisamente più semplice trasportarlo fuori casa e può essere portato tranquillamente anche da amici o al ristorante. Il seggiolino è semplice da usare, tutto quello che dovete farlo è agganciarlo al bordo della tavola.

1. Agganci universali

Sono tanti i modelli oggi in vendita che garantiscono gli agganci universali. Io vi consiglio di optare per questa categoria perché in questo modo ovunque lo porterete, non incontrerete grandi problemi. Importantissime poi le cinghie di sicurezza. Assicurano il bambino così che non possa scivolare dall’apertura ne alzarsi in piedi con il rischio di cadere.

2.Antiscivolo

Assicuratevi che siano presenti gli agganci dotati di antiscivolo, così il bambino resta sospeso in aria ma nella più totale sicurezza. Fate attenzione quindi a non cercare di risparmiare in ogni modo possibile, a discapito di elementi come questi che vengono trascurati quando in realtà sono importantissimi per evitare incidenti domestici anche gravi.

3. Materiale

Il sedile è realizzato in tela rigida o in acciaio rivestito, mentre i morsetti sono realizzati in acciaio, alluminio o plastica. Il sedile di solito è più rigido dello schienale e ovviamente viene imbottito, così che la seduta risulti per il bimbo comoda. Per quanto riguarda lo schienale invece, varia molto in base al modello. Potete trovarlo con un’imbottitura rigida oppure in tessuto.

 

Seggiolone o seggiolino?

In realtà l’uno non esclude necessariamente l’altro. Il seggiolone ad esempio è più comodo e pratico da usare in casa, mentre il seggiolino è perfetto per quando dovete andare con gli amici, al ristorante o in vista di qualche viaggio. E’ meno ingombrante ma tuttavia per l’intimità domestica molti genitori preferiscono lo stabile e intramontabile seggiolone.

Il seggiolino da tavolo comunque è molto stabile, importante ovviamente avvitarlo per bene. Tuttavia non garantisce la stessa sicurezza del classico seggiolone, perciò dovreste utilizzarlo al momento del bisogno per far sedere il piccolo a tavola e dargli da mangiare.

Come effettuare una buona manutenzione

Il seggiolino deve essere sottoposto a delle regolari manutenzione per far si che duri nel tempo. In base al tipo di seggiolino che acquistate, questo sarà più o meno possibile. Assicuratevi che sia sfoderabile e lavabile il tessuto che riveste il punto d’appoggio, perché i bambini sporcano ed è necessario lavare accuratamente le zone colpite dal cibo.

Potete trovare alcuni modelli con il vassoio in plastica lavabile. Anche in questo caso, eseguite una regolare manutenzione. Se non avete molto tempo a disposizione, cercate di coprire le zone con teli appositamente pensati.

Quanto costa il seggiolino da tavolo?

Affrontiamo adesso la questione del prezzo. In media il costo di un seggiolino da tavolo oscilla tra i 15 e i 30 euro. Alcune volte il prezzo può salire e questo dipende dal numero di accessori extra, ma anche in base alla marca e ovviamente alla qualità stessa. Un seggiolino della Chicco chiaramente costerà più di uno di una marca poco nota, ma è anche vero che offrirà quasi sicuramente una qualità maggiore.

Ovviamente fate attenzione agli extra. Se notate che un seggiolino costa molto più di un altro, il motivo potrebbe star racchiuso in qualche gadget extra, come ad esempio le tasche posteriori che servono a inserire tutti gli oggetti utili durante la pappa di vostro figlio.

 

Fino a quando potete usarlo?

In media questi seggiolini possono sostenere un massimo di 15 kg, è comunque sia un’indicazione che deve essere riportata sulla confezione. Alcune volte sostiene 12 o 13 kg e basta. Superato questo peso di solito, non è comunque più consigliato l’uso del seggiolone. Vostro figlio infatti starà più comodo sulla sedia, usando gli appositi rialzi.

Revisione scientifica a cura della Dr.ssa Roberta Gammella.
Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. E’ registrata all’Ordine Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e Provincia