Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Spaccalegna a vite: caratteristiche per un acquisto sicuro

L’inverno è una stagione molto suggestiva. C’è chi proprio non riesce a sopportare le fredde e grigie giornate che caratterizzano il periodo, ma c’è anche chi ne rimane ogni anno sempre più affascinato. Perché l’inverno significa enormi tazze di cioccolata calda, una coperta di pile sulle gambe e maratone di serie tv!

Ma l’inverno è sempre piuttosto difficile da affrontare. Il freddo entra nelle ossa e ci costringe a contrarci in brividi e tremori. Ed è in questi momenti che dobbiamo affrontarlo con tutto ciò che può donarci calore. Il modo migliore per scaldare casa è la legna. Può sembrare un metodo antico e poco consono all’era moderna, ma la legna è sempre stata la preferita dalla gente, perché in grado di offrire un’atmosfera unica e un’accogliente calore intimo.

Per chi ha la fortuna di vivere in un’abitazione con giardino, le cose si fanno più semplici. Perché tagliare la legna da ardere non è un compito semplice, soprattutto se non si hanno i mezzi giusti per farlo. Per questo motivo oggi vogliamo parlarti dello spaccalegna a vite, uno strumento che taglia il legno in pochi minuti in pezzi consistenti adatti a una stufa.

Che cosa è uno spaccalegna a vite?

Che cosa è uno spaccalegna a vite?

Non è altro che un macchinario che viene utilizzato per spaccare tronchi di conifere o pezzi già tagliati in sezioni circolari con l’obiettivo di tagliarli per renderli adatti ad ardere in una stufa. Infatti, queste sezioni pre-tagliate sono di solito il risultato dell’uso di una sega che li taglia in una dimensione troppo grande per la stufa. È quindi necessario che i tronchi siano suddivisi in pezzi più piccoli che possano essere bruciati al fine di fornire calore.

Gli spaccalegna a vite sono costituiti da un meccanismo elettrico. La maggior parte dei dispositivi per uso domestico ha un rating di 10 tonnellate, meno potenti degli strumenti utilizzati per fini commerciali i quali hanno invece un rating di 25 tonnellate.

Di seguito vi presentiamo una mini guida per capire come scegliere lo spaccalegna a vita che fa al caso vostro, con le caratteristiche più comuni per vivere al meglio l’inverno.

Motore potente

Uno spaccalegna a vite dovrebbe essere abbastanza potente da spaccare un legno duro e bagnato, privo di ceppo. Controllate sempre la forza di scissione e la potenza totale prima di procedere all’acquisto. Ma soprattutto, cercate sempre lo strumento più adatto a soddisfare le vostre esigenze.

Misure

La lunghezza e il diametro sono due fattori chiave nel determinare la quantità di lavoro che lo spaccalegna a vite è in grado di gestire. Si consiglia di puntare su un dispositivo capace di offrire più spazio di azione.

Portabilità

È un altro fattore molto importante. Alcuni prodotti sono molto pesanti, non sono quindi l’ideale per essere trasportati in spalla o sul retro di un camion. Macchinari portatili, al contrario, sono più facili da maneggiare e, di conseguenza, più efficaci.
Puntate su uno spaccalegna a vite con ruote. In questo modo sarà più semplice trasportarlo. Inoltre, la maggior parte di questi strumenti sono provvisti di un sistema di traino.

Cicli di taglio

Cicli di taglio

Un ciclo di taglio veloce si traduce in più lavoro in meno tempo. Il ciclo comune è di 15 secondi, abbastanza accettabile ma non troppo. Perché il tempo di ciclo gioca un ruolo importante in termini di produttività ed efficienza. Si riferisce, infatti, al tempo impiegato dal pistone per tornare al punto di partenza dopo una sessione di taglio. Cercate di acquistare uno spaccalegna a vite che abbia un ciclo di taglio più veloce possibile.

In conclusione, prima di procedere all’acquisto di uno spaccalegna a vite, dovete sapere con precisione quanto lavoro avete da fare. Lo spaccalegna a vite è economico e può essere utilizzato anche all’interno di un garage.