Vasodilatatori naturali e medicinali

332

Il vasodilatatore è un elemento, contenuto sia in determinati cibi che medicinali, che ha il compito, nei medicinali, e la caratteristica, negli alimenti, di dilatare i condotti del sistema circolatorio per aumentare il flusso sanguigno. Assumendo i vasodilatatori, si dilata la muscolatura liscia arteriorale, determinando la riduzione della pressione arteriosa e similmente la dilatazione della muscolatura liscia, riduce la pressione venosa. I farmaci con azione vasodilatatore, vengono impiegati dai pazienti che soffrono di ipertensione arteriosa. Per il meccanismo dei fluidi infatti, aumentando la quantità di liquido in una sezione di una condotta, se ne diminuisce la pressione.

I dilatatori delle arterie riducono in maniera significativa la resistenza sistemica vascolare, riducendo a loro volta il post-carico da parte del ventricolo sinistro, ed è proprio per questo che vengono molto utilizzati per il trattamento dell’insufficienza cardiaca, dell’ipertensione polmonare e dell’angina. I dilatatori delle vene, riducono il pre-carico del cuore e di conseguenza anche la pressione arteriosa idrostatica dei capillari, riducendo in questo modo il rischio dell’insorgenza dell’edema. Anche per il trattamento dell’insufficienza cardiaca, i vasodilatatori sono un ottimo alleato, anche se risultano essere più utili nel trattamento dell’edema sistemico e polmonare che è la conseguenza di esso. I farmaci vasodilatatori che si trovano in commercio si suddividono in due classi, la prima in base alla struttura chimica, e la seconda in funzione del meccanismo d’azione mediante il quale compiono la loro azioni.

L’anguria

Esistono in natura moltissimi alimenti di origine vegetale che grazie alle loro proprietà fungono da vasodilatatori sul nostro organismo, e uno di questi è l’anguria. L’anguria è un frutto ricchissimo di vitamina C, beta-carotene e licopene, ovvero antiossidanti che sono in grado di proteggere il nostro organismo dai radicali liberi, i maggiori responsabili dell’invecchiamento cellulare. Le angurie sono inoltre una buona fonte di citrullina, un potente amminoacido che si converte nel corpo umano in arginina, che a sua volta origina ossido nitrico. L’ossido nitrico, è un vasodilatatore ed inoltre tale sostanza derivata dalla citrullina, è presente anche nel melone.

La citrullina è una sostanza naturale che favorisce la vasodilatazione ed è molto utile a regolare la pressione sanguigna, e grazie a degli studi scientifici, è stato possibile notare, come l’estratto di anguria ha effetti benefici in soggetti che soffrono di ipertensione. Lo studio si basava sull’assunzione in pazienti con la pressione arteriosa alta, di integratori a base di estratto di cocomero, e dopo sei settimane, si è verificato in questi soggetti, un calo significativo, rispetto a coloro che invece hanno ingerito un placebo. Il fattore con basso valore di questa ricerca, è stato il numero ristretto di persone che si sono sottoposte a tale verifica, ovvero solamente nove. Nonostante questa sia stata la sola ricerca che si è effettuata per verificare i benefici dell’estratto di anguria sulla pressione arteriosa, le tesi a favore dei benefici della citrullina sono moltissime.

Altri alimenti

Un altro alimento che funge da vasodilatatore è l’aglio, che grazie alla produzione di solfuro di idrogeno nel nostro corpo, da origine alla vasodilatazione e di conseguenza alla riduzione della pressione arteriosa. Grazie ad un recente studio su questo alimento, è stato possibile accertare che l’aglio è in grado di normalizzare i livelli dei lipidi nel sangue, ed in questo modo evitare l’ossidazione del colesterolo e prevenire la formazione di coaguli nel circolo sanguigno. Per sfruttare le proprietà dell’aglio, basta utilizzarlo in maniera regolare all’interno delle ricette che solitamente si realizzano in casa, oppure per i più coraggiosi, mangiarne uno spicchio intero al giorno.

Anche il nitrato è un vasodilatatore naturale, che si può trovare all’interno degli spinaci ed anche nelle barbabietole. Mediante la digestione dei nitrati, si ricava l’ossido nitrico, ovvero una sostanza che favorisce in maniera del tutto naturale la dilatazione dei vasi sanguigni. Nella barbabietola inoltre, si possono trovare numerosi fitonutrienti che si trovano solo in questo vegetale, ovvero le betalaine. Questi pigmenti hanno importantissime proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie, ed aiutano a prevenire la formazione dei radicali liberi. Secondo una ricerca pubblicata dal Journal of Cardiovascular Pharmacology, l’estratto della pianta di zenzero aiuta a diminuire la pressione arteriosa. Questo alimento si può consumare come spezia grattugiata da aggiungere su numerose pietanze, oppure cruda. Vi consigliamo di non cuocere lo zenzero, perché tramite la cottura, tutte le sue proprietà si potrebbero alterare, e di introdurre in una dieta sana ed equilibrata tutti gli alimenti che fungono da vasodilatatori utili al nostro organismo.