Pane raffermo, ricette dolci e salate per non buttarlo mai via

Buttare via il pane anche se vecchio è un vero peccato, scopriamo allora insieme alcune ricette salate ma anche dolci per riciclare il pane raffermo.

pagnotta
Foto da Pixabay

Che spreco gettare il pane. Le mamme e le nonne ce lo dicevano sempre: il pane è una sorta di cibo sacro e, ancor più degli altri alimenti, non dovrebbe mai esser buttato.

Capita però naturalmente che possa avanzarne un po’ e, magari, indurirsi eccessivamente. Che cosa fare allora? Niente paura, esistono delle meravigliose ricette di recupero che ci consentiranno di regalare una nuova vita al nostro pane raffermo.

Si tratta di ricette dolci così come di ricette salate quindi… a voi la scelta!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Avocado: 6 ricette e tutte le proprietà nutrizionali

Pane raffermo, ricette di recupero

fette pane
Foto da Pixabay

Le possibilità per utilizzare il pane raffermo in cucina sono numerose. Ci sono naturalmente le classiche polpette della notta o i crostini da aggiungere a zuppe e vellutate ma ci sono poi anche preparazioni più complesse e originali, veri e propri piatti sfiziosi che faranno dimenticare in un sol boccone i loro natali da “cibo avanzato”.

Ecco selezionate per voi tre ricette particolarmente golose e perfette per recuperare il pane raffermo.

Torta di pane raffermo – Togliete la crosta dal pane, tagliatelo a cubetti e mettete in una ciotola in ammollo con il latte per circa 10 minuti. Strizzate per bene la mollica e unitevi lo zucchero e l’uovo, poi il burro ammorbidito, la grappa, l’uvetta precedentemente ammollata, la scorza di limone, i pinoli e la farina ben setacciata. Amalgamate bene gli ingredienti e trasferiteli nella tortiera precedentemente imburrata e infarinata con cura. Livellate il tutto con il dorso di un cucchiaio e mettete a cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 60 minuti o finché la superficie non risulterà ben dorata.

Ricapitoliamo gli ingredienti:

  • Pane casereccio 400 g
  • Latte intero 400 g
  • Uva passa 100 g
  • Scorza di limone 1
  • Burro 100 g
  • Zucchero 100 g
  • Pangrattato 30 g
  • Uova 1
  • Grappa 20 g
  • Pinoli 50 g
  • Farina 00 100 g
  • Acqua q.b.

Pizza di pane – Mettete il pane, precedentemente tagliato a cubetti, in una ciotola e aggiungete l’acqua un poco alla volta e l’olio d’oliva. Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo con cui andrete a foderare il fondo di uno stampo a cerniera, copre precedentemente con la carta forno. Condite la pizza di pane con il pomodoro, origano, sale e olio. Se vi piace potete aggiungere anche formaggio grattugiato, mozzarella e basilico. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 25 minuti.

Canederli tirolesi – Sbattete 3 uova con 250 g di latte, raggiugnete 250 g di pane tagliato a cubetti, 150 g di speck e 50 g di salame, tritati, qualche filo di erba cipollina tagliuzzata, un ciuffetto di prezzemolo tritato, sale e noce moscata. Dopo aver amalgamato con cura, lasciate riposare l’impasto per circa un’ora così che i sapori si uniscano al meglio. Unite infine un p’ di farina e andate a formare delle palline di medie dimensioni che andrete a cuocere  in un buon brodo di carne bollente per 15-20 minuti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Cucinare la curcuma: le migliori ricette per una dieta salutare.

Ora non vi resta che scegliere: come utilizzerete il vostro pane raffermo? L’importante è solo una cosa, che non lo buttiate via!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *