Omega 3: a cosa serve, i benefici e gli alimenti in cui è contenuto

Scopriamo le proprietà che presentano gli omega 3, i benefici che apportano alla nostra salute e tutti i modi in cui questi acidi grassi si possono assumere.

omega 3 proprietà benefici
(foto pixabay)

Gli omega 3 sono degli acidi grassi fondamentali per la salute del nostro organismo. Grazie alle numerose proprietà ed i benefici che apportano, sono presenti in tutte le diete. Numerosi sono anche gli alimenti in cui questi grassi sono contenuti, per questo motivo è anche molto semplice assumerli.

A che servono gli Omega 3

Gli Omega 3 costituiscono una vera propria fonte di energia per il nostro organismo. Ecco perché è consigliato assumerli, soprattutto dalle persone che svolgono una costante attività fisica. Per la stessa ragione la somministrazione è consigliata anche per chi soffre di perenne stanchezza. Infine, gli omega 3 sono considerati un nemico contro gli sbalzi di umore, ecco perché questi grassi polinsaturi sono ottimi in particolari periodi di stress.

vantaggi omega
(foto pixabay)

Anche le donne in gravidanza farebbero bene ad assumere gli omega 3. Ciò è consigliabile anche poco prima del parto, ovviamente sotto il controllo del proprio medico. Insieme all’acido folico, gli omega 3 aiutano a prevenire la nascita prematura del bambino.

Proprietà Omega 3: tutti i benefici

Se si assumono gli omega 3, il nostro organismo andrà inevitabilmente incontro ad un elevato numero di benefici. Questi ultimi riguardano prima di tutto il sistema celebrale. Va detto infatti che i neuroni presentano una gran quantità di omega 3, di conseguenza il cervello funzione in maniera corretta se si assumono questi grassi. Oltre alla determinazione dello sviluppo cognitivo, gli omega 3 sono presenti anche all’interno della retina. Ecco perché sono essenziali anche per un corretto funzionamento della vista.

omega 3 benefici
(foto pixabay)

I benefici che gli omega 3 apportano comprendono anche altre parti del nostro organismo. Essi sono presenti nelle cellule del muscolo scheletrico. Per ultimo, ma non meno importante, apportano anche benefici al cuore, il cui corretto funzionamento dipende dai grassi. Gli omega 3 donano energia al cuore e stimolano un suo corretto funzionamento.

LEGGI ANCHE -> Gambi di sedano, non buttarli: il riciclo alternativo di questo ortaggio

Dove trovare gli Omega 3 negli alimenti

Gli omega 3 non sono prodotti meccanicamente dal nostro organismi, ecco perché la loro assunzione è essenziale. Ci sono due modi per far si che ciò avviene: mangiando cibi ben precisi oppure prendere appositi integratori. Fortunatamente la lista dei cibi che contengono questi grassi è lunga.

Pesce azzurro

Il pesce azzurro è l’alimento più associato agli omega 3. Degli studi scientifici hanno dimostrato che una dieta a base di pesce, quindi ricca di omega 3, allunga la vita in maniera decisiva. È consigliabile mangiare pesce azzurro all’incirca due o tre volte la settimana. Inoltre, meglio mangiare i pesci di taglia piccola come alici o sardine, in quanto rispetto al tonno o al salmone, presentano una quantità minore di sostanze tossiche.

Noci

Questo frutto autunnale non contiene soltanto sali minerali, bensì è anche ricco di omega 3. È infatti consigliato mangiare circa 20 grammi di noci al giorno per favorire il benessere dell’organismo. È bene non esagerare in quanto questo frutto presenta anche un alto numero di calorie. L’apporto di omega 3 all’interno delle noci è di 9 grammi su 100.

alimenti omega 3
(foto pixabay)

Grano ed avena

Gli omega 3 sono contenuti anche all’interno di questi due cereali. Ecco perché spesso si consiglia di mangiarli a colazione, magari accompagnati con latte o yogurt. Anche in questo caso, però, si consiglia di assumere una piccola quantità giornaliera, cioè 30 grammi.

Olio di semi di lino

Oltre a contenere gli omega 3, è stato constatato che l’olio di semi di lino favorisce una corretta idratazione della pelle. In questo caso la quantità di omega 3 è davvero elevata: 57 grammi su 100 grammi di olio. Si consiglia di aggiungere all’interno delle pietanze due cucchiaini di olio di semi di lino. La dose quotidiana consigliata agli uomini è circa un grammo e mezzo, invece per donne soltanto un grammo. Infine, per i bambini è consigliato non superare il mezzo grammo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *