4 veleni che abbiamo dentro casa senza saperlo

Scopri quattro sostanze veramente pericolose, veleni che tutti abbiamo in casa ma di cui ignoriamo completamente il pericolo.

veleno
Foto da Pixabay

Spesso pensiamo che ad ucciderci sia l’inquinamento, il fumo delle sigarette, il cibo spazzatura e altre piaghe dei tempi moderni.

Ma se invece i veri veleni li respirassimo tutti i giorni mentre siamo comodamente sdraiati sul divano? Spesso infatti non ce ne rendiamo conto ma le nostre case pullulano di sostanze potenzialmente nocive, pericoli silenziosi che si annidano dove mai immaginerebbero e che diventano così ancor più insidiosi.

Scopriamo allora oggi quattro di questi insospettabili “veleni domestici”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Uova del supermercato, vanno in frigorifero oppure no?

4 veleni che tutti abbiamo in casa

velenoso
Foto da Pixabay

Sono quattro sostanze che si producono in svariate circostanze e che possono più o meno facilmente entrare a contatto con le persone e nuocere la salute.

Naturalmente solo in condizioni veramente particolari al loro pericolosità raggiugne livelli veramente preoccupanti, ciò nonostante meglio imparare a conoscerle per poter scongiurare il pericolo sul nascere.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Principino George, terrorista ammette: “Veleno nel gelato per ucciderlo”

Metalli pesanti – Un pericolo insidioso poiché si annida ipoteticamente in ogni angolo della casa. Esempio perfetto di ciò sono i mobili, soprattutto se di vecchia manifattura. Questi infatti spesso contengono vernici tossiche per l’essere umano.

Pesticidi – Può sembrare un fatto emarginale ma così non è. Infatti non si tratta solo dei prodotti che usiamo se abbiamo un giardino o un balcone con delle piante. Avete un animale a casa? Il suo antiparassitario ma anche il collare antipulci sono fonti di pesticidi in gran quantità.

Formaldeide – E’ una sostanza che si può produrre in diversi luoghi e contesti domestici. Elettrodomestici, fornelli della cucina, ma anche dal fumo di sigaretta possono essere tutte fonti da cui si sviluppa questa sostanza.

Bisfenolo A – Si usa soprattutto per la produzione di materiali plastici usati in ambito alimentare. Saranno da tenere dunque sotto stretto controllo: bottiglie in PET, lattine e gli involucri alimentari.

Vi ricordiamo che il miglior modo per combattere la presenza di queste sostanze in casa è far arieggiare frequentemente tutti gli ambienti casalinghi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *