Burro o margarina: vantaggi e svantaggi di questi prodotti alimentari

Burro o margarina, quale dei due prodotti utilizzare? Qual è la scelta più salutare per il nostro organismo?  Scopriamolo insieme.

burro
(Foto Pixabay)

La composizione di entrambi i prodotti, i processi di lavorazione e le proprietà nutrizionali, a parità di calorie e di dosi, ci potrà permettere di effettuare una giusta valutazione.

L’utilizzo dell’uno o dell’altro alimento deve essere comunque assunto con moderazione e in modo occasionale. Entrambi gli alimenti hanno dei vantaggi e degli svantaggi, cerchiamo di capire insieme di cosa si tratta. Burro o margarina, ecco i consigli degli esperti!

Burro o margarina

Le principali differenze tra burro e margarina, vantaggi e svantaggi che causano alla nostra salute e soprattutto perché scegliere uno piuttosto che l’altro.

margarina
(Foto Pixabay)

Uso il burro o la margarina? A chi non è capitato di porsi questa domanda, durante una ricetta di una pietanza che comprendesse una percentuale dell’uno o dell’altro? Credo un po’ a tutti.

Cosa avete scelto burro o margarina e per quale motivo? Scoprite se avete fatto la valutazione giusta!

Molto spesso questi due ingredienti vengono confusi tra loro, lo stesso avviene per il loro impiego. Tuttavia si tratta di due alimenti del tutto differenti a partire dalle origini.

Il burro è un prodotto di origine animale, derivato dal latte vaccino e ottenuto tramite processi interamente naturali.

La margarina, invece, è un prodotto 100% vegetale che si ottiene dall’emulsione di acqua e oli vari, un mix di oli vegetali.

Potrebbe interessarti anche: Misuratore colesterolo: come funziona e come utilizzarlo

Burro: caratteristiche, vantaggi e svantaggi

Il burro è un prodotto naturale ma grasso, contiene una notevole quantità di acidi grassi saturi e colesterolo. Se cotto ad alte temperature può emanare lipoperossidi, sostanze altamente tossiche per il nostro organismo.

burro
(Foto Pixabay)

È eccessivamente grasso e ipercalorico, come infatti include ben oltre 750 calorie per ogni 100 grammi di prodotto. Inoltre contiene una notevole quantità di acidi grassi saturi e colesterolo.

Nonostante tutto è ricco di proprietà presenti nel latte, vitamine e sostanze benefiche per il nostro organismo. Esse sono:

  • vitamina D (una discreta dose)
  • vitamina A (utile alla salute degli occhi e della pelle);
  • acido butirrico e linoleico (hanno funzione anticancerogena);
  • sostanze lecitine (sono sostanze grasse a catena corta, facilmente digeribili, che limitano l’assorbimento del colesterolo).

Potrebbe interessarti anche: Grassi saturi e insaturi: grassi buoni contro grassi cattivi!

Margarina: caratteristiche, vantaggi e svantaggi

La margarina è un prodotto, come precedentemente accennato, di origine vegetale composto da: acqua, oli vegetali, emulsionanti e conservanti.

margarina
(Foto Pixabay)

Viene poi trasformato in prodotto solido attraverso il processo chimico di idrogenazione dei grassi. Gli ingredienti di questo composto insieme alla lavorazione la rendono più economica del burro e anche meno alterabile.

Purtroppo però questa sua economicità paga lo scotto dell’utilizzo di prodotti di scarsa qualità come l’olio di palma (privo di sostanze nutritive) e il processo di idrogenazione che trasforma gli acidi grassi insaturi in grassi trans.

Questi ultimi sono altamente nocivi per la salute perché contribuiscono all’innalzamento del colesterolo LDL (quello cattivo per intenderci) nel sangue.

Nonostante tutto e pur avendo lo stesso apporto calorico del burro, la margarina ha il vantaggio di non contenere colesterolo. Inoltre può essere utilizzata da coloro che sono intolleranti al lattosio. Ciò non la rende migliore ma solo un’alternativa.

Oggigiorno, però, l’industria alimentare ha sostituito i processi di produzione della margarina eliminando l’idrogenazione dei grassi.

Dando in questo modo origine a margarine non idrogenate addirittura con steroli vegetali, grassi buoni come omega 3 e vitamine.

Attenzione a non cadere nell’inganno, potrebbero sembrarvi un alimento più salutare del burro, dopo queste affermazioni, ma c’è un “ma”.

Viene, infatti, omesso che gli oli utilizzati vengono sottoposti a processi di raffinazione che ne annullano le proprietà benefiche naturali.

Perciò torniamo al punto di partenza dove è sbagliato considerare la margarina migliore del burro. Bensì a parità di calorie e di quantità, possiamo affermare che il burro è più salutare tra i due.

Contiene vitamine e proteine naturali che non esistono nella margarina ma a prescindere da tutto, con la giusta moderazione possono essere utilizzati entrambi.

Raffaella Lauretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *