Trombosi, tutti i cibi da evitare se si soffre di questa patologia

Quali sono i cibi da evitare per coloro che hanno la trombosi? È indispensabile saperlo ed agire di conseguenza, al fine di non peggiorare la propria situazione.

trombosi cibi da evitare
(foto pixabay)

In questo articolo andremo a scoprire quali sono i cibi da evitare da parte di coloro che hanno la trombosi: un disturbo patologico del sangue che sta diventando sempre più conosciuto.

Che cos’è la trombosi?

La trombosi è una patologia sanguigna. Essa è chiamata così perché all’interno del sangue si formano i trombi, e cioè dei coaguli che interferiscono con la normale circolazione sanguigna. La trombosi può essere di due tipi: venosa ed arteriosa. Dal nome si può facilmente intendere che la prima ha a che fare con le vene, la seconda invece riguarda le arterie.

circolazione di sangue
(foto pixabay)

La trombosi venosa si verifica soprattutto nelle gambe. Essa può essere lieve o profonda, ma a prescindere da ciò bisogna stare attenti al fine di evitare gravi conseguenze. La trombosi arteriosa va invece ad intaccare soprattutto le arterie più grandi, dunque quelle più vicino al cuore. Essa è spesso collegata all’arteriosclerosi o addirittura all’embolia.

Potrebbe interessarti anche: Trombosi Emorroidaria, una complicazione delle emorroidi

Trombosi: i sintomi con cui si manifesta

Come ogni disturbo, anche la trombosi comporta la manifestazione di determinati sintomi. Questi campanelli d’allarme non devono essere evitati, in quanto la situazione potrebbe peggiorare da un momento all’altro.

sintomi della trombosi
(foto pixabay)

La parte del corpo interessata si può innanzitutto arrossare, inoltre può ingrossarsi, di conseguenza si manifesta un senso di pesantezza. La lista dei sintomi non è finita: oltre a quelli già descritti si può accusare un lieve dolore, che assomiglia molto ad un crampo.

Potrebbe interessarti anche: Porpora trombotica trombocitopenica, grave malattia che colpisce il sangue

Trombosi: i cibi da evitare

Per curare la trombosi spesso si prende un anticoagulante, che ha proprio lo scopo di impedire i fattori della coagulazione. Sicuramente i risultati sono efficaci, tuttavia è necessario rinunciare a qualche alimento. Parliamo di cibi con un alta concentrazione di vitamina K, poiché quest’ultima può impedire il suo effetto. Tuttavia non vuol dire che questa vitamina non deve essere assolutamente assunta.

Alcool

Al primo posto di questa lista troviamo il consumo di alcolici. Esso può essere molto dannoso, in quanto interferisce in maniera pesante con l’anticoagulante che prendiamo. Così facendo andranno a distruggere le cellule responsabili proprio della coagulazione del nostro sangue. Per questo motivo sono considerati assolutamente vietati.

Verdure

Sorprendentemente nella lista dei cibi da non mangiare, o almeno da moderare, ci sono anche le verdure. Parliamo di verza, cavolo, broccoletti, spinaci e radicchio. Il consumo consigliato è di appena 100 grammi a settimana. Dopo di che ci sono i pomodori, gli asparagi, i finocchi e l’insalata verde che possono essere consumati un po’ di più, ma al massimo due volte alla settimana.

cibi da evitare
(foto pexels)

Spezie

Nonostante la loro funzione si limiti a condire le pietanze, non dobbiamo sottovalutare il pericolo che può derivare dal consumo di spezie. Le interessate sono prezzemolo, erba cipollina, basilico, origano e salvia. Come per le verdura, il consumo consigliato è di 100 grammi alla settimana.

Trombosi: i cibi più consigliati

Vediamo adesso quali sono i cibi più indicati da consumare che consentono di ridurre il rischio di trombosi. Il  consiglio migliore è quello di seguire gli alimenti presenti nella dieta mediterranea.

Fibre

Le fibre sono utili per combattere la trombosi, in quanto i grassi vengono assorbiti lentamente dal proprio intestino. Esse sono contenute soprattutto in pasta e pane. Inoltre sono presenti nei fiocchi d’avena, dunque il loro consumo a colazione abbassano il colesterolo.

cibi per trombosi
(foto pexels)

Pesce

Il pesce è uno dei nemici principali della trombosi. Il suo consumo è infatti consigliato un giorno si ed uno no. Parliamo soprattutto del pesce azzurro, che contiene una grande quantità di omega 3, che apporta benefici alle piastrine ed evita i coaguli di sangue.

Cioccolato e caffè

Il consumo di questi due alimenti è più che consigliato. Se si consumano circa quattro tazzine di caffè ogni giorno, il rischio di trombosi venosa si riduce del 35%. Riguardo il cioccolato esso è un alimento antinfiammatorio, ma soprattutto migliora la fluidità del sangue.

The verde

Il tè verde contiene la vitamina C e la vitamina E, inoltre è ideale per attivare il metabolismo ed eliminare i grassi in eccesso. È consigliato consumare una o due tazze di tè verde al giorno. Grazie a ciò il colesterolo buono aumenta, ma soprattutto le cellule tumorali vengono eliminate. Infine, ma non meno importante, anche il rischio di trombosi viene nettamente ridotto.

the verde
(foto pexels)

Vino

Abbiamo stabilito che gli alcolici si devono evitare, ma mezzo bicchiere di vino al giorno è più che utile per colore che hanno la trombosi. Anch’esso combatte il cattivo colesterolo nel sangue, ed è ricco di proprietà antiossidanti. Tuttavia ricordiamoci sempre di non esagerare.

Olio extravergine d’oliva

Anche l’olio extravergine d’oliva rientra tra gli alimenti consigliati. Il motivo è il medesimo: la riduzione del cattivo colesterolo. Ciò avviene grazie alla presenza dell’acido oleico, che previene anche le lesioni che si possono verificare all’interno delle arterie. Dunque, ogni qual volta abbiamo bisogno di condire un piatto, l’olio extravergine d’oliva è la soluzione migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *