Crampi a piedi e gambe in gravidanza: perché vengono e come rimediare

In gravidanza può capitare di essere colpite da crampi improvvisi a gambe e piedi: ecco per quali motivi sopraggiungono e come rimediare e prevenire questo fastidioso inconveniente.

crampi gambe gravidanza
(Foto Pexels)

Un problema comune e ricorrente della gravidanza sono gli improvvisi attacchi di crampi che colpiscono gambe e piedi. Non è un sintomo sperimentato da poche: più della metà delle future madri è colpita da questo doloroso disturbo. Può succedere anche che i crampi sopraggiungano durante la notte rovinando così il riposo delle donne incinte. Sebbene sembrino arrivare dal nulla in realtà ci sono alcune ragioni che provocano le contrazioni muscolari e fortunatamente esistono anche dei rimedi per prevenirli.

Perché vengono i crampi durante la gravidanza

Molte donne, soprattutto durante il secondo e il terzo trimestre della gravidanza, sperimentano la comparsa di crampi improvvisi a  gambe e piedi. I sintomi di questo disturbo sono semplici da riconoscere: un dolore acuto e improvviso colpisce i piedi o i muscoli del polpaccio. La fitta può durare pochi istanti ma il muscolo spesso rimane dolente anche per qualche ora.

crampi gambe gravidanza
(Foto Pexels)

Come mai succede? A livello fisico quello che succede è che il muscolo si accorcia e ha uno spasmo. I motivi per i quali questo succede non sono però esattamente chiari, la gravidanza è un complicato processo che agisce su tutto il corpo femminile e in particolare sul metabolismo.

Le cause più comuni potrebbero essere il troppo o il non sufficiente esercizio fisico, gli squilibri elettrolitici e le carenze di vitamine. Anche la disidratazione aumenta il rischio di sperimentare crampi durante questo particolare periodo della vita.

La gravidanza influisce sulla circolazione del sangue rallentandola, questo può favorire il presentarsi di crampi a piedi e gambe. Queste sono le zone del corpo più distanti dal cuore che risentono della circolazione non solo durante lo stato di dolce attesa ma durante tutta la vita, è questo il motivo ad esempio dei piedi freddi.

L’aumento di peso causato dalla gravidanza aumenta la probabilità di avere dei crampi. Ciò è dovuto al maggior peso corporeo che insieme a quello del bambino creano una più alta pressione su muscoli, nervi e vasi sanguigni.

Potrebbe interessarti anche: Cosa mangiare in gravidanza per non ingrassare: tutti gli alimenti più consigliati

I rimedi per i crampi

Per migliorare la circolazione e per limitare l’aumento di peso fare esercizio in modo regolare è un ottima abitudine che ridurrà anche il rischio di contratture muscolari. Inoltre è importante bere molta acqua per evitare la disidratazione e integrare le vitamine B e C, se queste hanno lacune, insieme a magnesio, potassio e calcio che non devono mai mancare.

yoga gravidanza
(Foto Pexels)

Gli esercizi mirati per lo stretching di gambe e piedi sono molto utili, eccone due che esercitano le zone interessate:

  • Piegare e ridistendere allungando il piede in su e in giù alternando questo movimento alla rotazione in senso orario e poi antiorario.
  • Stando sedute o sdraiate tirare in su le dita del piede e massaggiare mentre è teso il muscolo del polpaccio.

Per prevenire i crampi è bene non stare troppo tempo in piedi o sedute a gambe incrociate. Tenere le gambe sollevate e attività come nuoto, passeggiate non affaticanti e yoga prenatale riducono le probabilità di contrazioni muscolari.

Potrebbe interessarti anche: Pilates in gravidanza: si può fare o no? Benefici e precauzioni

Se i crampi si presentano durante la notte un rimedio per farli andare via è alzarsi e fare qualche passo sui talloni. Anche sollevare le gambe appoggiandole su un cuscino o scoprire la zona dalle coperte aiuta a far passare il dolore più in fretta. Per prevenirli invece può essere utile allungare spesso i muscoli del polpaccio durante la giornata e appena prima di andare a dormire.

Nel caso si presentino i crampi per accelerare la guarigione si può massaggiare la zona colpita. Se i crampi dovessero sopraggiungere molto spesso è bene richiedere un consulto medico.

Elena Oldani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *