Si può fare la ceretta in gravidanza? Come depilarsi in questo periodo

Come depilarsi durante la gravidanza: si può fare la ceretta o è meglio evitarla? Ecco cosa dicono gli esperti a riguardo e quali sono le raccomandazioni.

ceretta gravidanza come depilarsi
(Foto Pexels)

Estate e gravidanza: per alcune potrebbe essere la prima volta che questa situazione si presenta. Uno scomodo problema che durante l’inverno può passare in secondo piano in questa stagione non può essere raggirato: i peli. Sono moltissime le precauzioni da prendere durante la dolce attesa e probabilmente vi state chiedendo se la caretta, un trattamento doloroso e abbastanza invasivo, sia tra queste. Scopriamo qual è il parere degli esperti a riguardo, vediamo se la ceretta è sicura e come depilarsi durante la gravidanza.

Estate e gravidanza: come depilarsi

È arrivata l’estate, una stagione che per le donne incinte può significare diversi disagi. Il caldo infatti non aiuta di certo a vivere questo periodo della vita serenamente. Piedi gonfi, vampate di calore, crampi e l’ingombro della pancia possono peggiorare a causa delle temperature estive.

gravidanza
(Foto Pexels)

A questo si aggiungono i problemini estetici che ogni donna deve curare durante la bella stagione. Tra di essi ci sono sicuramente i peli: mentre durante l’inverno è più semplice ignorarli durante l’estate avere sempre le gambe lisce aiuta ad indossare abiti corti e leggeri senza preoccupazioni.

Per non rinunciare mai a stare fresche e con le gambe scoperte anche le donne incinte hanno il diritto di depilarsi se lo desiderano. La domanda che però sorge è: la ceretta è sicura in gravidanza? Cosa pensano gli esperti di tutti gli altri metodi per rimuovere i peli? Scopriamolo.

Potrebbe interessarti anche: Smalto semipermanente in gravidanza: si può fare o è rischioso? I pareri degli esperti

Gravidanza e depilazione: tutti i metodi

La buona notizia che può sollevare le future mamme è che a partire dal quarto mese i peli iniziano a crescere meno velocemente. Purtroppo però non smetteranno di crescere del tutto e, seppur più raramente, sarà comunque necessario depilarsi.

cera
(Foto Pixabay)

In questo particolare periodo della vita si possono usare semplici accorgimenti come ricorrere ad ingredienti naturali per il post depilazione come ad esempio l’aloe vera. Vediamo nel dettaglio tutti i metodi per depilarsi e se sono compatibili con la gravidanza:

Rasoio

Il rasoio è da sempre la scelta più comoda, veloce ed economica. Non è per nulla invasivo ed è quindi la soluzione più sicura per le donne incinte. Le uniche cose a cui fare attenzione sono le irritazioni della pelle e i peli incarniti.

Crema depilatoria

La crema depilatoria può essere usata solo fino al terzo mese di gravidanza. Anche in questo periodo però, il suo utilizzo andrebbe limitato e in generale, a causa di tutte le sostanze chimiche all’interno, sarebbe meglio preferire metodi più naturali.

Potrebbe interessarti anche: Estate in gravidanza: le regole su ciò che si può fare e ciò che invece va evitato

Ceretta

La ceretta in gravidanza si può fare ma soltanto seguendo alcune precauzioni. Lo stato delle gambe è delicato: gonfiore, pesantezza e vene rendono la pelle più sensibile. Per questo la ceretta a caldo è da evitare perché indebolirebbe ulteriormente i capillari. Quella a freddo invece si può fare, attenzione solo ai brufoli dopo la ceretta.

Epilazione al laser

Le epilazioni definitive come quella al laser o la luce pulsata sono invece sconsigliate durante la gravidanza. Questi metodi vanno a bruciare il bulbo pilifero e sebbene siano sicuri sarebbe meglio evitarli durante la dolce attesa. Inoltre sono trattamenti costosi e gli scompensi ormonali potrebbero vanificarne i risultati.

Elena O.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *