Come coltivare la lattuga partendo dagli scarti

Sapevi che puoi coltivare la lattuga a partire dai suoi scarti? È facile, veloce e senza sprechi. Leggi il metodo passo passo per scoprire come.

coltivazione lattuga
(Foto: Pexels)

Quante volte vi sarà capitato di guardare i rifiuti di casa per poi pensare che fosse un peccato dover buttare così tanto? Ma a volte c’è qualcosa che possiamo salvare. Per farla rinascere. Come, ad esempio, la lattuga. La coltivazione della lattuga dai semi è facile, ma attraverso la propagazione lo è ancora di più. Un concetto che i più piccoli conoscono benissimo, perciò potreste farlo insieme a loro. La parte inferiore del cespo viene, infatti, tagliata via, perché non viene mangiata. Ma se la utilizzassimo per far crescere altre piantine? Senza sforzo e senza spreco, si potrebbe coltivare la lattuga in un attimo, e ottenere insalata da vaso all’infinito!

Coltivare la lattuga romana

coltivare lattuga
(Foto: Pexels)

Non è difficile coltivare piante di lattuga romana in casa. Ma per questo, non sono necessari i semi. Basta infatti disporre di un barattolo e di un cespo.

  1. Eliminate le foglie più esterne e grandi e circa 3 cm di parte inferiore;
  2. Recuperate un barattolo (ma va bene anche una ciotola o un bicchiere);
  3. Riempitelo d’acqua sufficiente a coprire la base dell’insalata;
  4. Etichettate il contenitore con la data di inizio della coltivazione;
  5. Posizionatelo vicino a una fonte di luce naturale, ma non diretta;
  6. Ricordatevi di cambiare l’acqua 1 volta al giorno.

Questo metodo può essere utilizzato con qualunque altra varietà.

Potrebbe interessarti anche: Come coltivare lo zenzero in casa: tutti i segreti per seminarla

Coltivare la lattuga in vaso

piantare in vaso la lattuga
(Foto: Pexels)

Dopodiché la vostra insalata potrà essere trasferita in un vaso. Basterà attendere 15 giorni, il periodo in cui spunteranno le radici. Ma anche i primi germogli, a partire dal cuore.

  1. Rimuovete le foglie più grandi;
  2. Piantate la piantina in un vaso rotondo, con un mix di hummus e torba;
  3. Innaffiate abbondantemente e arricchite il mix con fertilizzante liquido naturale;
  4. Esponete la piantina al sole, (va benissimo anche quello del balcone).

E ricordate che la base deve trovarsi circa 2 cm sotto il terreno.

Coltivare la lattuga sul balcone

coltivare lattuga in balcone
(Foto: Pexels)

Se avete deciso di coltivare la lattuga in balcone, ricordate di disporla a mezz’ombra, non appena le temperature si alzano eccessivamente.

Eviterete che si cuocia, proteggendola con una tenda ombreggiante o un tessuto-non tessuto. Stesso discorso d’inverno.

Potrebbe interessarti anche: Ranuncoli, facili da coltivare e la prima specie a fiorire

Coltivare la lattuga in inverno

coltivare lattuga inverno
(Foto: Pexels)

Una volta fatto crescere il primo cespo di lattuga, non vi resterà che ripetere i passaggi per ottenerne un altro. Questo metodo è ideale soprattutto in inverno, poiché, oltretutto, ne facilita la raccolta.

Per ricevere dritte e aggiornamenti su lifestyle, beauty e benessere, seguici su Instagram e Pinterest.

La Ica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *