Pane congelato: come scongelarlo nella maniera migliore

Il pane può essere conservato in molti modi. Congelarlo è una maniera efficace che prevede, poi, lo scongelamento: come compierlo al meglio.

pane di segale benefici
(foto pexels)

Il pane è un bene primario che scandisce la vita di tutti i giorni di ciascuno di noi. Elemento imprescindibile sulle tavole delle famiglie, alimento che accompagna ogni pranzo, cena, talvolta anche colazione di chiunque da millenni. Pietanza dai molteplici significati: storici, biblici, alimentari sono i risvolti che ha acquisito nel tempo senza mai perdere la propria efficacia e importanza.

Fondamentale sul piano nutrizionale, gustoso sul piano sensoriale e particolare secondo la tradizione. Duttile, perché può essere spezzato, conservato, schiacciato e congelato senza perdere le proprie qualità. Ogni passaggio va fatto con parsimonia e attenzione, al fine di tutelare il gusto e i principi nutritivi dell’alimento. Come congelare e scongelare il pane al meglio per far sì che a tavola non manchi mai quel tocco in più che rende ogni pasto degno di nota.

Leggi anche – Tonno in scatola, un grave errore che commettiamo tutti

Pane congelato: il segreto per scongelarlo senza rischi

pagnotta di segale
(foto pexels)

Prassi semplice, quella del congelamento e dello scongelamento che, però, necessita di alcune accortezze: piccoli passaggi che non possono – né devono – mancare per un risultato quantitativamente e qualitativamente efficace. In primis bisogna dividerlo in parti uguali, possibilmente a fette, per avere una congelazione adeguata e scongelare, eventualmente, solo la porzione che intende essere consumata. Si evitano gli sprechi e ne giova la qualità. Il congelamento prevede, naturalmente, un congelatore all’altezza delle esigenze preposte.

Lo scongelamento, invece, è un passaggio più delicato che può determinare anche l’utilizzo dell’alimento stesso all’interno del pasto: se la prassi viene fatta in maniera errata, la conservazione del pane potrebbe essere compromessa. È consigliabile scongelare il pane in modo graduale: lo scongelamento di una fetta avviene in circa 20 minuti di tempo, per una pagnotta ci vorrà qualche ora. Il medesimo procedimento può essere fatto anche in forno a 180 gradi. Occorrono dieci minuti per una fetta, mezz’ora per una pagnotta. C’è anche il microonde, ma è consigliabile la funzione “Cottura”. Usando la “Defrost”, il pane rischia di perdere la propria consistenza originaria e diventare molle. La secchezza potrebbe sopraggiungere in tempi relativamente brevi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Martina Eiko (@martina.eiko)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *