Greta Thunberg di nuovo all’attacco: parole dure sulla Cop26

Greta Thunberg torna all’attacco a pochi giorni dall’inizio della Cop26. L’attivista svedese lancia l’allarme e non intende retrocedere sul da farsi.

Greta Thunberg Attacco Cop26
Greta Thunberg arrabbiata a un summit sul clima (Getty Images)

Pensare globale, agire locale. Che cosa sta a significare questo tipo di motto nel 2021? Molte cose. Ma non vogliamo essere di certo riduttivi. E di queste “molte cose”, forse, anzi, sicuramente, possiamo prenderne in considerazione una davvero forte: i cambiamenti climatici, e la lotta che si fa intorno ad essi. Soprattutto per alzare l’asticella dell’attenzione delle persone “comuni” e anche quelle un tantino più “famose”.

Non si parla di certo di Vip. Lo spettacolo, il gossip, la televisione e via dicendo c’entrano ben poco. Anzi, alcuni di questi mezzi potrebbero fungere proprio da mezzo per arrivare a un fine ben preciso. Quello di evitare alcune catastrofi mondiali nei prossimi decenni. E se pensiamo alla lotta ai cambiamenti climatici, chi ci viene in mente al primo colpo?

Proprio lei: Greta Thunberg. Quella che da molti, anche in modo molto subdolo e vigliacco, è stata definita la “ragazzina dalle trecce lunghi”, la “radical chic del nuovo millennio”. Lei, invece, non rappresenta altro che una leadership di ragazzi, e non solo, che vuole apportare un vero e proprio cambiamento allo stato delle cose attuali. Il clima su tutto.

LEGGI ANCHE >>> Conseguenze del cambiamento climatico: Miami dice addio alle sue palme

Le parole della Thunberg sono pesanti: attacco diretto prima della Cop26

Greta Thunberg Attacco Cop26
Un disegno sulla spiaggia in vista della Cop26 (Getty Images)

Un passo indietro. Leggero, leggero. Cos’è la Cop26? Un evento, chiamato Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, che prevede il sedersi intorni al tavolo e discutere, con diversi governi mondiali, il da farsi sull’attuare un cambiamento vero e propri prima che possa essere troppo tardi. Se anni prima la questione veniva presa in considerazione in termini minori, ora l’allerta si è alzata. E anche di molto.

Il 31 ottobre, a Glasgow, in Scozia, ci sarà l’evento. In molti si dicono essere fiduciosi per un vero e proprio cambiamento. Greta Thunberg, invece, la quale avrà avuto già diverse informazioni, ha detto chiaramente che non verrà fatto abbastanza. Ha bruciato tutti in partenza: “È necessario continuare a battere i pugni sul tavolo e chiedere un reale cambiamento. Quello che non avverrà durante la Cop26”.

LEGGI ANCHE >>> Cambiamento climatico: il piano B sta in una banca dei semi

Schietta, sincera e leale. Soprattutto con coloro i quali e colore le quali la seguono da sempre, per le sue idee progressiste. Ora, ci sarà una risposta netta, da parte delle istituzioni competenti, in merito a quanto rilasciato dalla Thunberg? Il tempo, prima del prossimo summit sul clima, sta per scadere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *