Come conservare a lungo le zucche in frigo e in modo corretto

Autunno, la stagione delle zucche, un frutto che per le sue dimensioni si fa fatica a finire: ecco vari metodi di conservazione per non buttarlo.

Zucche
Zucche (foto da Pixabay)

L’autunno è finalmente arrivato e il primo frutto che ci viene in mente per questa stagione è la zucca. Le zucche hanno dimensioni grandi, difficilmente si riescono a mangiare tutte in poco tempo. Dobbiamo trovare un metodo di conservazione corretto per evitare di buttarle nella spazzatura, altrimenti sarebbe uno spreco.

Non ci sono problemi, potete tranquillamente congelare le zucche, anche crude, a differenza ad esempio dei carciofi. L’ideale sarebbe comunque sbucciarle prima di metterle nel freezer, togliere semini e polpa, magari tagliarle a cubetti. La parte scartata, ovviamente, può essere riutilizzata per creare gustose vellutate, o creme da condimento. Il cibo non va mai sprecato.  Tutto il resto va conservato nel congelatore.

Leggi anche → Torrone dei Morti: la ricetta più spaventosa di Halloween

Conservare le zucche in frigorifero, i vari metodi

Zucche
Zucche (foto da Pixabay)

Le zucche possono essere congelate anche dopo essere state cotte al forno. Esatto, avete letto bene, potete conservare le zucche intere o tritate. Attenzione però: le zucche andrebbero cucinate in forno a 200° per almeno mezzora e per un massimo di un’ora. Una volta cotta, potete sbucciare la zucca, facendo attenzione a togliere semi e polpa.

Una volta tagliata a fette o a cubetti, la potete riporre in freezer. La polpa già cotta la potete riutilizzare per accompagnare creme, biscotti o torte. Anche la crema di zucca si può conservare nel congelatore, magari messa in un contenitore ermetico. Basta che poi la mettiate sul fornello e riscaldarla per riavere tutta la freschezza del frutto.

Altro metodo interessante per conservare le zucche è questo: tagliatele a cubetti piccolini e di conservarli in freezer. Quando si cucinano succulenti piatti, potete prelevare dal frigo qualche cubetto, lasciandolo poi sciogliere in padella per creare cremine deliziose da spalmare su carne, pasta o verdure.

Leggi anche → Pollo, zucca e fantasia: una combinazione, più ricette possibili

Bisogna fare attenzione: un consiglio che vi diamo e che va tenuto sempre a mente è quello di scongelare progressivamente il cibo. Il procedimento corretto è quello di trasportare gli alimenti dal freezer al frigorifero, lasciando scolare il ghiaccio. Una volta scongelato, potete estrarre il cibo dal frigorifero e metterlo in forno o in padella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *