Decotto anti-fame: come tenere a bada gli attacchi di fame

A tutti capita di essere preda di attacchi di fame nervosa nei periodi di stress: vediamo insieme come preparare un efficace decotto anti-fame.

decotto anti-fame
(Foto Pixabay)

Gli attacchi di fame sono spesso causati da meccanismi di compensazione. Il cibo che mangiamo non è finalizzato a soddisfare il nostro fabbisogno energetico, ma viene ingerito a causa di disagi psicologici come stress, ansia e noia. Vediamo insieme come realizzare un decotto anti-fame per rilassarci e recuperare serenità.

Decotto anti-fame: ingredienti e preparazione

Il decotto è una preparazione liquida molto semplice e benefica.

tè kombucha benefici controindicazioni
(foto pixabay)

La sua preparazione prevede l’immersione di una o più fonti vegetali in acqua bollente, con lo scopo di estrarne i principi attivi, salutari per il nostro organismo.

Gli ingredienti necessari per la realizzazione del decotto anti-fame sono:

  • 2500 ml di acqua naturale;
  • 20 grammi di foglie di melissa;
  • 15 grammi di radice di liquirizia;
  • 40 grammi di rodiola rossa;
  • 25 grammi di fiori di sambuco.

Basterà immergere tutti gli ingredienti in acqua fredda, all’interno di un pentolino.

Dopodiché, dovremo lasciar cuocere per 10 minuti a fiamma bassa. Ultimato il tempo di cottura, sarà necessario far riposare gli ingredienti altri 5 minuti, coprendo il decotto con un coperchio.

Infine, dovremo filtrare il tutto e bere una tazza 15 minuti prima dei pasti.

Potrebbe interessarti anche: Decotto ai semi di lino: come combattere le infiammazioni intestinali

Come combattere la fame nervosa

Oltre al decotto anti-fame, quali altri suggerimenti possiamo mettere in  pratica per contrastare la fame nervosa?

infuso
(foto pixabay)

In primis, è fondamentale mangiare in modo consapevole e sano. Quindi, occorre gustare i pasti lentamente, con piccoli bocconi.

L’ideale sarebbe tenere un diario alimentare, sul quale appuntare tutto ciò che si mangia nel corso della giornata.

In questo modo, sarà più facile individuare i momenti in cui si è vulnerabili e le cause che hanno scatenato l’attacco di fame improvviso.

Potrebbe interessarti anche: Dipendenza da cibo spazzatura: perché esiste, cosa comporta e come superarla

Meglio eliminare le tentazioni: se in casa si hanno cibi grassi, industriali e in generale poco sani, sarà molto più difficile resistere.

Se la fame nervosa viene scatenata dalla noia, il miglior consiglio è quello di trovare un passatempo sano e gratificante, come fare una passeggiata, guardare un film o leggere un libro.

Infine, è fondamentale chiedere aiuto: affidarsi a uno specialista farà sì che impariate ad affrontare meglio i momenti di difficoltà, con maggior consapevolezza delle emozioni che state provando.

L. B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *