Artrite alle mani: qualche trucco per trovare sollievo

Artrite alle mani: colpisce in età avanzata o per ragioni biologiche. Quando prende le mani diventa molto fastidiosa: qualche trucco per trovare sollievo

artrite-mano-trucchi-sollievo
artrite alle mani (pixabay)

L’artrite può essere dovuta ad un’infiammazione momentanea o cronica delle articolazioni e delle cartilagini: può sopravvenire il più delle volte con l’avanzare dell’età, a causa dell’usura a cui il nostro sistema va incontro. Può colpire in tutte le zone del corpo ma è particolarmente invalidante quando colpisce le mani: con le mani infatti siamo abituati a fare i movimenti più fini e di precisione. Non poterle muovere, o muoverle con dolore, diventa un ostacolo non indifferente per la vita di ogni giorno.

Nonostante una sorta di prevenzione per l’artrite sia possibile, vediamo come fare per lenire il dolore quando ormai ci è stata diagnosticata. Un costante esercizio e cura del disturbo può migliorare sicuramente la qualità della vita. Se inizialmente vi sentite spaventati dal dolore che potreste provare o avete paura di fare movimenti sbagliati, rivolgetevi ad un fisioterapista. Vi saprà indicare una strada sicura.

Ti potrebbe interessare anche->Colesterolo alto: tra i primi sintomi c’è l’alterazione del sonno

Artrite alle mani: combatti il dolore

artrite-mano-trucchi-sollievo
esercizi per la mano con un elastico (pixabay)

Per prima cosa, potrebbe tornarvi utile indossare un tutore, all’occorrenza, quando il dolore si è fatto intenso e volete evitare ulteriori stress. Usate a vostro vantaggio anche il caldo e il freddo: quando la mano si gonfia ponete del ghiaccio, altrimenti, se è rigida, una borsa calda.

Ti potrebbe interessare anche->I trucchetti per fare attività fisica che tutti vorrebbero conoscere

Per quanto strano possa sembrare, è indispensabile continuare a muovere la mano: fatelo ovviamente con estrema delicatezza. Cercate di favorire il movimento singolo di ciascuno dito: stendete la mano e piegate con lentezza verso il palmo ciascuno, fin dove riuscite. In alternativa potreste poggiare la mano sul tavolo e poi sollevare ogni dito. Provate anche altri movimenti: il pugno chiuso o la “o” con due dita.

Serena Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *