Insonnia, come affrontare il giorno dopo

Problemi di insonnia? Ecco come poter affrontare il giorno dopo: qualche trucco vi aiuterà a combattere la stanchezza e il sonno

insonnia-giorno-dopo
(da pixabay)

Va bene, questa notte è andata così. Zero, assolutamente zero sonno. Non avete chiuso gli occhi neppure per sbaglio e ora sapete a memoria tutte le crepe del soffitto. Il giorno dopo vi si presenta come drammatico: la sveglia suona per svegliarvi da un sonno che non è mai arrivato, vi si prospetta una giornata piena di meeting, lavoro, impegni con i figli, con i parenti e con gli amici e voi siete stanchi morti.

Non tutto è perduto: qualche trucco per affrontare il giorno dopo senza grandi drammi. Aspettando di arrivare al letto a fine giornata.

Ti potrebbe interessare anche->Quale supereroina sei? Scoprilo con questo test veloce e divertente

Insonnia: il giorno dopo è quasi sempre un incubo

insonnia-giorno-dopo
Sbadiglio (da pixabay)

Prima cosa: fate colazione. Optate per delle fibre vegetali da accompagnare ad un liquido: magari  una spremuta o un tè. Fatevi una doccia a temperatura discretamente bassa: l’acqua fredda attiva la circolazione e vi da’ molta energia. Mangiate pasti leggeri e freschi e, in ogni caso, fate attenzione a non eccedere troppo con il caffè o altre sostanze eccitante: potreste sentirvi ancora più stanchi, col bonus dell’umore irritato.

Ti potrebbe interessare anche->Come fare un siero che rallenta la caduta dei capelli con ingredienti naturali

Dopo pranzo, prima di riprendere le attività, concedetevi un breve sonno: che sia però di quindici o venti minuti, non di più. Puntate una sveglia per rispettare l’orario e sebbene magari la tentazione di dormire sia molto forte, fate attenzione a non cedere: rischierete di sprofondare in un sonno profondo che vi guasterà il sonno della notte successiva.

Organizzate la giornata in piccoli obiettivi: raggiungeteli dandovi un tempo di concentrazione, aiutandovi con un timer. Questo vi aiuterà meglio a gestire in modo ottimale concentrazione e stanchezza.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *