Mangiare male è vivere male: le abitudini alimentari dannose

Mangiare male è vivere male, abitudini alimentari dannose: ecco quali sono e quali dovresti evitare in modo più assoluto per vivere meglio

abitudini-dannose-alimentari
La frutta dovrebbe essere parte integrante delle nostre diete (pixabay)

Siamo ciò che mangiamo, diceva qualcuno. E noi potremmo anche aggiungere: se mangiamo male, di conseguenza viviamo male. Per quanto questa frase possa avere il sapore delle solite frasi fatte un po’ epiche e un po’ retoriche che precisamente vogliono dir tutto e vogliono dir niente, in realtà poche cose sono vere come la verità che si intuisce da queste parole. Pensiamo a quanto la nostra alimentazione abbia un impatto concreto sulla nostra salute: se mangiamo troppi zuccheri il livello di glucosio nel sangue sale. Lo stesso vale per il sale, per i grassi che ci portano a rischiare con l’apparato cardiaco e circolatorio. Se questo vale in negativo, vale anche il contrario: se mangiamo verdura, frutta, e dosiamo il resto, vivremo molto più sereni.

Ti potrebbe interessare anche->Ricetta olio aromatizzato: tante varianti per insaporire i nostri piatti

Abitudini alimentari dannose: sono queste e sono assolutamente da evitare

abitudini-dannose-alimentari
pasta (da pixabay)

Ci sono cose che quindi andrebbero evitate, per mantenerci sani. Una di queste abitudini è mangiare di notte: uno studio ha dimostrato, facendo una prova pratica su un gruppo di persone costrette a mangiare nelle ore notturne, che in queste persone i valori del sangue risultavano alterati.

Ti potrebbe interessare anche->Vocali WhatsApp, come trasformali in testo: basta un ‘tap’ sulla tastiera

Si dovrebbe inoltre evitare di mangiare sul divano, magari davanti alla televisione. Questo ci distrae, non portando la nostra attenzione sui nutrienti che stiamo inserendo nel nostro organismo. Dovremmo inoltre cercare di programmare i pasti: i nostri sforzi dovranno essere mirati a mangiare in quei precisi orari. Mangiare molto tardi la sera, per esempio, potrebbe anche arrivare a rovinare la nostra qualità del sonno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *